le notizie che fanno testo, dal 2010

Italiani su internet: sono 34,4 milioni. Ma dove stanno?

Gli Italiani sono un popolo di navigatori? Sicuramente hanno il mare a disposizione, ma se navighino davvero, questo rimane un mistero. Una cosa è infatti "avere a disposizione" un'altra cosa è "usare". Perché se navigassero davvero su internet l'Italia sarebbe un Paese molto diverso da quello che è.

Gli italiani su internet (ovvero quelli che dispongono di un collegamento alla rete) sarebbero il 71,5% della popolazione italiana tra gli 11 e i 74 anni. In numeri, significa che sono 34,4 milioni gli italiani che possono usufruire del web e di tutti gli altri servizi legati alla rete. Praticamente tutta Italia sarebbe su internet tranne i bambini (troppo piccoli) e i vecchi che, per motivi generazionali, hanno fatto appena in tempo a familiarizzare con il telefonino (e il telecomando). I dati provengono da Audiweb e, in sintesi possono essere racchiusi in queste righe: "Il 60,5% delle famiglie italiane, 12,8 milioni, dichiara di avere un collegamento a internet da casa; Sono 34,4 milioni gli Italiani che dispongono di un collegamento a internet, il 71,5% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni, con un incremento del 7% su base annua; La disponibilità di un collegamento a internet da cellulare cresce del 50,5% in un anno, raggiungendo 7,3 milioni di persone, il 15,2% della popolazione di riferimento; In base ai dati di Audiweb Database, nel mese di marzo 2011 l'audience online cresce del 12,4% su base annua raggiungendo 25,9 milioni di Italiani dai 2 anni in su che hanno navigato almeno una volta attraverso un PC" (http://is.gd/z1XD7V). Sono dati importanti e in un certo senso trionfali, che descrivono un'Italia che ama Internet e che la usa con "numeri" di tutto rispetto. Eppure è strano come il Paese così "connnesso" nelle statistiche abbia invece le sembianze di Paese "offline" nella realtà quotidiana. Sembra quasi che ci sia una sorta di disaccoppiamento tra le statistiche (che non mettiamo in dubbio e che sono sicuramente serissime) e la quotidianità fatta di persone in carne ed ossa. Questo è un Paese dove milioni di persone non hanno accesso alla "larga banda" tanto da subire pesantemente il "digital divide": un Paese che si informa quasi esclusivamente dalla televisione e non sulla rete; un Paese con un altissimo tasso di analfabetismo informatico con la maggior parte delle persone che non sa che cosa sia una URL e una barra degli indirizzi e che continua imperterrita a scrivere "www google it dentro il campo di ricerca di Google per andare su Google". Chi lavora su internet da tanti anni si chiede, ogni volta che si parla di milioni di italiani che "navigano su internet", dove queste persone siano davvero. Ma forse questi dati sono un po' da leggere in questo modo: sicuramente ben più di 34,4 milioni di italiani dispongono di libri nella propria abitazione. Ma quanti leggono?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: