le notizie che fanno testo, dal 2010

Internet mobile: AGCOM detta nuove regole di trasparenza

L'AGCOM ha stabilito che gli operatori di telefonia mobile devono mostrare maggiore trasparenza e più chiarezza verso gli utenti abbonati che utilizzano chiavette USB per la navigazione ad internet, ma anche smartphone e simili. Ecco le nuove regole.

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha messo un nuovo paletto alle compagnie di telefonia mobile, e questa volta è intervenuta riguardo il mercato della navigazione internet dalle ormai diffuse chiavette USB. Per il garante non c'è abbastanza chiarezza sulle tariffe e soprattutto riguardo quelle a consumo, cioè quelle applicabili dopo il superamento della soglia concordata con un abbonamento.
In poche parole l'AGCOM ha stabilito che le compagnie telefoniche devono permettere all'utente di poter decidere un tetto massimo di spesa mensile, oltre la quale non sarà possibile continuare a navigare. Questo per evitare che arrivino delle bollette inaspettate e con troppi zero.
Con la delibera l'utente potrà decidere, entro la fine dell'anno, quale soglia di consumo vuole applicare e inoltre l'operatore telefonico sarà obbligato a comunicare il loro progressivo livello di consumo, in maniera che chi utilizza tali chiavette sia sempre informato.
Se invece l'utente non trasmetterà il suo tetto massimo mensile spendibile, comunque l'operatore telefonico applicherà la la soglia massima di 50 euro al mese per i privati e di 150 euro al mese per le aziende.
Tale delibera riguarda anche la navigazione sul web tramite qualsiasi tipo di dispositivo mobile, quindi non solo computer con internet Key ma anche abbonati con smartphone (tipo iPhone), netbook e tablet pc come l'iPad.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# computer# euro# internet# iPad# iPhone# smartphone# tablet# web