le notizie che fanno testo, dal 2010

DMARC: Google, Microsoft e Facebook insieme contro il phishing

Le maggiori aziende del web, tra cui Google, Microsoft, Facebook e Yahoo, stanno collaborando con le banche e i fornitori di pagamento online per sviluppare una piattaforma che blocchi gli attacchi di phishing. Le truffe che si servono di false email si sono infatti diffuse anche nei social network.

Quindici delle maggiori aziende del web, tra cui Google, Microsoft, Facebook e Yahoo, stanno collaborando con le banche e con i fornitori di pagamento online per sviluppare una piattaforma che blocchi gli attacchi di phishing.
Il "Domain-based Message Authentication, Reporting & Conformance" (DMARC) cercherà di sviluppare un sistema in grado di autenticare il mittente di un messaggio email e di eliminare i potenziali messaggi di phishing.
L'obiettivo del gruppo è quello di creare un sistema di feedback in cui sia il mittente che il destinatario potranno essere autenticati, cosicché i tentativi di imitazione saranno automaticamente bloccati.
DMARC ha confessato che l'obiettivo è quello di creare una piattaforma basata su degli standard che permetteranno ai service provider (ISP) di impostare determinate impostazioni di sicurezza per i messaggi ricevuti, in modo da bloccare le email non autenticate e di fornire un report dettagliato del phishing bloccato.
"La truffa tramite phishing colpisce milioni di persone e aziende ogni anno, con conseguente perdita di fiducia dei consumatori nella posta elettronica e Internet nel suo complesso", ha dichiarato Brett McDowell, Senior Manager di PayPal sulla sicurezza dei clienti e presidente del progetto DMARC.org. "La cooperazione del settore, combinata con la tecnologia e l'educazione del consumatore, è fondamentale per combattere il phishing".
Gli attacchi di phishing sono diventati sempre più sofisticati negli ultimi anni e i criminali stanno sviluppando tecniche per creare i "messaggi-truffa" più articolati e credibili.
Negli ultimi anni il phishing si è diffuso anche nei social network, dove viene sfruttata la fiducia degli utenti nei loro contatti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: