le notizie che fanno testo, dal 2010

Calabrò: internet non sarà il killer della TV

Al Festival Eurovisioni Corrado Calabrò, presidente dell'Agcom, rassicura il mondo della televisione. "Internet non ucciderà la TV" dice, ma se stesse invece succedendo il contrario? E se la TV come un blob stesse ingollando internet trasformandola in Videodrome?

Come ogni anno torna il Festival Internazionale di Cinema e Televisione Eurovisioni giunto alla XXIV edizione che in questi giorni discute sul "mercato europeo della televisione e del cinema, alle trasformazioni tecnologiche che lo stanno rendendo possibile e alle trasformazioni culturali ed economiche che la sua nascita sta comportando". E con l'avvento di Youtube e l'arrivo di Apple TV e Google TV e della TV "non lineare" c'è veramente da discutere sul futuro della televisione come la conosciamo oggi.
Quest'anno le giornate internazionali (20 e 21 Settembre) hanno per tema "Declino o rilancio della televisione?" e proprio su questo argomento oggi in una tavola rotonda è da segnalare un'affermazione di Corrado Calabrò, presidente dell'Agcom, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Calabrò ha dichiarato che "internet non ucciderà la TV, ma ne aumenterà il valore" e ha sottolineato che "con l'avvento di internet sta cambiando il come si guarda la TV" anche se vede il bisogno di investire in "banda larga" e "tutela dei contenuti".
Anche quest'ultima dichiarazione fa pensare come internet stia cambiando e vada verso una convergenza mediatica che la trasformerà in una grande televisione globale per il teledipendente globalizzato. Come nei migliori incubi della fantascienza sociologica degli anni'60 del secolo scorso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Agcom# Apple# banda larga# cinema# Corrado# Google# internet# TV# Youtube