le notizie che fanno testo, dal 2010

Avellino, truffe su internet: promettevano facili guadagni on-line

"I Carabinieri della Stazione di Montemiletto, a seguito di segnalazione da parte di un cittadina che aveva intuito di essere potenziale vittima di truffa, iniziavano immediatamente un'attività investigativa riuscendo, in tempi brevi, ad individuare e deferite in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, due coniugi, entrambi 60enni partenopei, già gravati da numerosi precedenti per analoga fattispecie di reato", segnalano in una nota i militari.

"I Carabinieri della Stazione di Montemiletto - viene riferito in una nota dall'Arma -, a seguito di segnalazione da parte di un cittadina che aveva intuito di essere potenziale vittima di truffa, iniziavano immediatamente un'attività investigativa riuscendo, in tempi brevi, ad individuare e deferite in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, due coniugi, entrambi 60enni partenopei, già gravati da numerosi precedenti per analoga fattispecie di reato."
"I due furfanti, avevano pubblicato su un noto sito internet un'offerta di lavoro: promettevano ottimi guadagni con un comodo e per nulla impegnativo lavoro, che poteva essere svolto tranquillamente in casa: imbustamento di materiale pubblicitario. A cedere all'allettante annuncio questa volta è toccato ad una ragazza della provincia di Avellino che, essendo disoccupata, non esitava ad effettuare il versamento previsto a fronte della spedizione del materiale necessario per iniziare la ventilata 'attività lavorativa'. Ma, oltre a non inviare il materiale indicato, gli autori dell'annuncio si rendevano irreperibili. Dopo una lunga e vana attesa, alla giovane non restava altro che chiedere giustizia per quanto accadutole, sporgendo un'accorata denuncia ai Carabinieri, anche per evitare che altre persone cadessero nello stesso inganno. Nel corso delle indagini espletate dai militari dell'Arma, sono emerse svariate truffe messe a segno dagli stessi malfattori e perpetrate sempre a mezzo internet, ai danni di altre persone residenti in diverse regioni d'Italia" illustra in ultimo la Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: