le notizie che fanno testo, dal 2010

Aruba risponde sul disservizio: "sono in corso importanti interventi"

Aruba soffre di nuovo di "un'interruzione dell'alimentazione determinata da un guasto dell'impianto elettrico" e il web italiano, sia low cost che professionale suda freddo, memore dell'epico incendio alla server farm di fine aprile. Ma questa volta tutto è andato per il meglio.

Ancora dei problemi ai server di Aruba, per molti dovuti, almeno in un primo momento, ad un "aggiornamento dei sistemi" pianificato tra il 6 e il 7 luglio ai sistemi della compagnia toscana. I problemi sono stati segnalati immediatamente dagli utenti sulle principali reti sociali, Facebook e Twitter, verso le 11 del mattino dell'8 luglio, anche con commenti sarcastici che si rifacevano al grave incidente accorso alla server farm aretina soltanto qualche mese fa ("Aruba: dopo l'incendio la 'class action' divide gli utenti" http://is.gd/aYWx7u). La rete si dimostra infatti subito "ipersensibile" ai disservizi di Aruba e immediatamente anche l'Adoc (Associazione per la Difesa e l'Orientamento dei Consumatori) diffonde un duro comunicato che afferma la presa di posizione dell'Associazione. Dichiara Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc: "Stiamo ricevendo migliaia di chiamate e segnalazioni da parte di utenti danneggiati dal blackout dei server della società Aruba, l'Adoc ha attivato prontamente il suo pool di legali per valutare la situazione e la possibilità di un risarcimento del danno subito, non escludendo un'eventuale class action a tutela degli interessi degli utenti". E' la stessa Aruba su Twitter, dopo che molti utenti si erano lamentati del "silenzio" della compagnia a cinguettare delle scuse "per il disagio" (http://is.gd/oC4jUM) reinviando ad un comunicato ufficiale dell'azienda che spiega il motivo ufficiale del disservizio (http://is.gd/nAOD0y). Scrive Aruba nel comunicato: "In data 08/07/2011 intorno alle ore 12.00 presso la Webfarm 1 di Arezzo si è verificata un'interruzione dell'alimentazione determinata da un guasto dell'impianto elettrico, conseguenza imprevedibile dell'incendio verificatosi il 29 Aprile scorso nel power center della struttura interessata". Aruba sottolinea il fatto che "L'alimentazione è stata ristabilita nei 30 minuti successivi all'evento, mentre il ripristino di alcuni servizi ha richiesto un tempo maggiore ed è stato completato nel corso del pomeriggio", e che "a superamento della possibilità del ripetersi di eventualità simili, sono in corso importanti interventi" (http://is.gd/nAOD0y). L'azienda leader in Italia ed in altri Paesi d'Europa con 1.650.000 domini registrati e mantenuti tra cui 1.250.000 siti attivi in Hosting, sta infatti completando il progetto della nuova "Webfarm 2" e l'attivazione di un secondo power center la cui attivazione è prevista per il mese di Settembre e "consentirà inoltre il completamento delle attività di sostituzione preventiva ed aggiornamento di tutti i componenti del power center attuale". Aruba conclude il comunicato ringraziando "i clienti per la comprensione manifestata ed invita a contattare il servizio di Assistenza per qualsiasi comunicazione o richiesta".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: