le notizie che fanno testo, dal 2010

Tallio: il veleno in una tisana di erbe sfuse. Scagionati i piccioni

Svolta nelle indagini sulle morti e gli intossicati da tallio all'interno di una stessa famiglia di Nova Milanese. Trovate tracce di tallio, noto come veleno dell'avvelenatore" e "polvere dell'eredità", in una tisana.

Possibile svolta nel giallo del tallio. Tracce di tallio sono state infatti trovate in quantità superiore alla soglia minima di sicurezza in una tisana "campionata" a casa di Alessio Palma e Maria Lina Pedon, coniugi ultraottantenni di Nova Milanese (Monza) ricoverati da metà novembre per avvelenamento da tale sostanza.

I due anziani sono gli ultimi due casi, in ordine di tempo, che si sono verificati all'interno della stessa famiglia, nella quale sono morte 3 persone e 5 in totale sono finite in ospedale.

Alessio Palma e Maria Lina Pedon sono infatti i suoceri di Domenico Del Zotto, 55 anni, figlio di Giovanni Battista Del Zotto (94 anni) e Gioia Maria Pittana (91 anni) e fratello di Patrizia Del Zotto (63 anni), questi ultimi tre deceduti i primi di ottobre in ospedale a Desio, per avvelenamento da tallio.
Oltre ad Alessio Palma e Maria Lina Pedon, a rimanere intossicate sono state invece Laura Del Zotto, sorella di Domenico Del Zotto, la badante della famiglia, Serafina Pogliani, ed il marito di Patrizia Del Zotto, Enrico Ronchi.
Domenico Del Zotto, assieme alla moglie, sono finora gli unici della famiglia a non essere rimasti avvelenati dal tallio.

La tisana "al tallio" è stata trovata una terrina priva di marca e di indicazioni sulla provenienza, e analizzata dai tecnici dell'Agenzia tutela salute per la provincia di Monza e Brianza durante l'ultimo sopralluogo dei carabinieri. Non è chiaro se il tallio fosse presente nell'erba della tisana, a quanto pare non sarebbe un prodotto confezionato ma una miscela sfusa, oppure nel contenitore.

Resta da capire se le erbe possano essere quindi entrate in contatto con i sali di tallio solubili, molti dei quali sono quasi insapori, altamente tossici e in passato utilizzati in topicidi e insetticidi. Il tallio è inoltre storicamente noto come "veleno dell'avvelenatore" e "polvere dell'eredità".
A questo punto invece definitivamente scagionati i piccioni, i cui escrementi inizialmente erano stati indicati come la possibile causa dell'avvelenamento.

© riproduzione riservata | online: | update: 05/12/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Tallio: il veleno in una tisana di erbe sfuse. Scagionati i piccioni
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI