le notizie che fanno testo, dal 2010

ILVA Verdi, Bonelli: "A Taranto una No-Tax Area per almeno 5 anni"

Taranto come Pittsburgh, Bilbao e Valencia "città dove si è abbandonato un modello economico basato alla diossina". Angelo Bonelli fa a nome dei Verdi una proposta al governo per "per facilitare la conversione industriale" per conciliare lavoro e salute. Anzi, vita.

Conciliare la salute con il lavoro sembra l'unica alternativa possibile per l'ILVA di Taranto. Come ha detto ieri mons. Angelo Casile, direttore dell'Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei non può esistere una dicotomia tra il lavoratore e l'ambiente, dato che "lo stesso uomo che sta bene è lo stesso uomo che lavora. Solo un lavoro dignitoso per le persone e rispettoso per l'ambiente custodisce l'uomo e il suo ambiente. Solo un'attenzione costante all'ambiente in cui viviamo permette di custodire l'uomo e il suo operare". Mons. Angelo Casile ricorda poi che "giova sempre ricordare che ogni uomo è posto da Dio nel creato per coltivarlo e custodirlo. Lavorare e custodire stanno insieme, si lavora custodendo e si custodisce lavorando". Un richiamo attento alle parole di Papa Benedetto XVI che la scorsa domenica all'Angelus faceva proprio un appello per i lavoratori dell'ILVA . Ma quale potrebbe essere la soluzione concreta per Taranto? Se lo chiedono in molti, ma pochi politici sanno dare una risposta concreta. Angelo Bonelli, leader dei Verdi ci tenta, cercando di portare alla conoscenza degli italiani le esperienze di altre città nel mondo pesantemente "modellate" sull'industria pesante che hanno però cambiato la loro storia, soprattutto riguardo alla diossina. Scrive Angelo Bonelli sul suo blog : "Un futuro diverso per Taranto è possibile: lo dimostrano le esperienze di Pittsburgh, Bilbao e Valencia, città dove si è abbandonato un modello economico basato alla diossina e si è scelto di puntare sull'innovazione tecnologica e la Green Economy". Nel post del segretario dei Verdi si parla anche di lavori "creabili" o "mantenibili" da subito: "I livelli occupazionali possono essere salvati avviando subito le bonifiche che devono essere finanziate attraverso il contributo dello Stato, dell'azienda e del Fondo sociale europeo e gli operai devono diventare tecnici delle bonifiche", afferma ancora Bonelli. Ed ecco la proposta per Taranto: "Noi Verdi facciamo una proposta al governo per facilitare la conversione industriale: chiediamo per Taranto una No-Tax Area della durata di almeno 5 anni. In questo modo si potranno attrarre investimenti italiani ed esteri per costruire un modello amico del lavoro e della vita".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: