le notizie che fanno testo, dal 2010

Blocco traffico a Roma martedì 10 gennaio. Forse fino a venerdì 13

Roma continua a lottare contro il troppo inquinamento, anche se finora le ordinaze che vanno a bloccare la circolazione dei veicoli "più inquinanti" non sembrano aver risolto (ne ridotto) il problema. Mardì 10 gennaio stop quindi a autoveicoli a benzina "euro 0" e "euro 1"; autoveicoli diesel "euro 0", "euro 1" e "euro 2"; motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi "euro 0" e "euro 1"; microcar diesel "euro 0" e "euro 1".

Roma continua a lottare con l'inquinamento e, come da qualche settimana a questa parte, il sindaco della Capitale Gianni Alemanno ha emesso l'ennesima ordinanza che va a bloccare la circolazione per i veicoli a più alta emissione di inquinanti, anche se evidentemente, comincia probabilmente a pensare più di un cittadino romano, tali provvedimenti non paiono sufficienti ad eliminare (e forse nemmeno a ridurre) il problema. Il Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde, a causa del superamento dei limiti fissati dalla normativa vigente per contenere l'inquinamento atmosferico a tutela della salute dei cittadini, indice quindi lo stop dei veicoli più inquinanti per martedì 10 gennaio. Come sempre in questi casi, il divieto di circolazione, nella Fascia Verde (mappa al link http://is.gd/V1Rbkr) dalle 7.30 alle 20.30 di martedì 10 gennaio, riguarda le seguenti categorie di veicoli: autoveicoli a benzina "euro 0" e "euro 1"; autoveicoli diesel "euro 0", "euro 1" e "euro 2"; motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi "euro 0" e "euro 1"; microcar diesel "euro 0" e "euro 1". Il provvedimento, si legge sul sito del Comune di Roma, si è reso necessario a causa del persistere di un alta concentrazione di polveri sottili (PM 10) nell'atmosfera, che ha superato il limite consentito (50 microgrammi per metro cubo). Il Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde comunica inoltre che in base alle previsioni modellistiche di ARPA Lazio, è previsto, per le prossime 24-48-72 ore, una permanente situazione di criticità relativa alle concentrazioni delle sostanze inquinanti. Il che farebbe pensare che il blocco della circolazione per tutte queste categorie di veicoli potrebbe venire prolungato almeno per 3 giorni, e quindi fino a venerdì 13 gennaio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: