le notizie che fanno testo, dal 2010

Inflazione: segno meno per carrello alimentare e sui campi situazione critica, avverte CIA

"Seppure a marzo c'è stata una timida ripresa dei prezzi al consumo, cresciuti a livello generale dello 0,2%, il carrello della spesa alimentare conferma l'andamento deflattivo con una contrazione congiunturale dello 0,2% e una perdita annua dello 0,4%", informa in una nota la Confederazione italiana agricoltori.

"Seppure a marzo c'è stata una timida ripresa dei prezzi al consumo - spiega in un comunicato la Confederazione italiana agricoltori -, cresciuti a livello generale dello 0,2%, il carrello della spesa alimentare conferma l'andamento deflattivo con una contrazione congiunturale dello 0,2% e una perdita annua dello 0,4%. Una dinamica negativa, guidata dall'andamento dei prodotti 'freschi', che assume una connotazione ancora più preoccupante se si guarda ai prezzi pagati agli agricoltori."
"Per il quinto mese consecutivo, infatti, i listini agricoli hanno fatto segnare una battuta d'arresto, con la frutta che ha ceduto il 19% del suo prezzo in un anno, gli ortaggi che hanno perso oltre un quinto del proprio valore, le carni suine e avicole che sono scese del 6% e del 9%. Senza dimenticare il crollo vertiginoso dei prezzi del latte alla stalla, mai così bassi negli ultimi anni" analizza l'Ufficio Studi della CIA sui dati provvisori dell'inflazione diffusi oggi dall'Istat.
«Una situazione di difficoltà sempre più generale è diffusa all'interno del settore primario - commenta il presidente nazionale della CIA, Dino Scanavino - caratterizzata da prezzi pagati alle imprese spesso inferiori ai costi di produzione. Un quadro che può solo peggiorare se non giungeranno risposte, a partire dal fronte diplomatico nella gestione della crisi con la Russia». Tra embarghi incrociati, crisi settoriali, eccessi di burocrazia, risposte timide sul fronte europeo, le redditività degli agricoltori e sempre più a rischio e il futuro delle imprese meno certo. «È necessario - conclude Scanavino - che all'agricoltura sia riconosciuto un ruolo centrale e da protagonista all'interno delle dinamiche settoriali e di filiera».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: