le notizie che fanno testo, dal 2010

Infarto: cuore riparato da "cerotti" con nanofili d'oro

Nuova tecnica per "riparare" i danni al cuore provocati dall'infarto. Nanofili d'oro "intessuti" in speciali "cerotti" non solo funzionerebbero meglio delle tecniche tradizionali ma potrebbero servire per realizzare "patch" più estese ed efficaci.

I cuori colpiti da infarto e che hanno bisogno di "riparazioni" chirurgiche avranno forse in futuro una nuova tecnica a disposizione. Il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e il Children's Hospital di Boston stanno studiando un nuovo "cerotto" per riparare i danni cardiaci. Il cerotto, a differenza di quelli già in uso, è "arricchito" da dei nanofili d'oro che misurano solo 30 nanometri di diametro. Questa tecnica, la cui fotografia del filo cucito a "punto croce" si può ammirare in questo articolo di popsci.com ("Heart Patch Made of Gold Helps Cardiac Tissue Rebuild Itself" http://is.gd/v5eQ7J) porterebbe grandi benefici al muscolo cardiaco danneggiato. L'inserimento dei nanofili d'oro nelle "patch" cardiache darebbe infatti la possibilità alle cellule di essere raggiunte dalla trasmissione degli impulsi elettrici in modo più stabile e sincrono. Il "cerotto" renderebbe possibile anche loro organizzazione e il loro "battito" senza essere sollecitate elettricamente in modo continuo. Lo studio, ancora sperimentale, potrebbe portare alla realizzazione di "cerotti" per il cuore più estesi e più efficaci.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Boston# cuore# infarto# MIT