le notizie che fanno testo, dal 2010

Incidenti stradali, Aci: morti in aumento nel 2015, metà dei quali in città

Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Aci, rivela che nel 2015 i morti per incidenti stradali sono aumentati precisando che la metà di questi sono in città. Due le categorie maggiormente a rischio oltre agli automobilisti, e cioè i pedoni e i ciclisti.

La patente a punti ha perso il suo effetto deterrente. A dirlo è il presidente dell'Aci Angelo Sticchi Damiani che, commentando gli ultimi dati Aci-Istat sugli incidenti stradali, ammette: "Non sono confortanti. Tre sono le novità e sono tutte e tre negative". Intervistato da Giovanni Minoli su Radio 24, Sticchi Damiani spiega infatti che nel 2014 "quel trend, che vedeva una riduzione sensibile degli incidenti, dei feriti e dei morti, si è fermato e si è invertito nel 2015". Il presidente dell'Aci rivela poi di essere molto preoccupato degli incidenti stradali nelle aree urbane perché "siamo arrivati a 44,5% dei morti nelle città". "Sono aumentati. - evidenzia Sticchi Damiani - Nessuno immagina neanche lontanamente che poco meno della metà dei morti sono in città". Due a tal proposito le categorie maggiormente a rischio oltre agli automobilisti, e cioè i pedoni e i ciclisti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: