le notizie che fanno testo, dal 2010

Fiat 600 impedisce sorpasso a Ferrari: inseguito e picchiato su GRA

Sul Grande Raccordo Anulare di Roma una Fiat 600 ha "impedito" il sorpasso ad una Ferrari, forse stanco di vedere che in Italia neanche al volante le regole vengono rispettate, come i limiti di velocità. I ferraristi l'hanno speronato e poi picchiato, ora sono al Regina Coeli.

Sul Grande Raccordo Anulare di Roma, come ovunque, esistono dei limiti di velocità che spesso e volentieri non vengono rispettati. Tante volte capita che un auto in corsa si attacchi alla macchina che lo precede intimando, con clacson e lampeggianti, al guidatore della vettura di spostarsi per permettere il sorpasso. E alcune volte capita anche che qualcuno, stanco di vedere che in Italia neanche al volante le regole vengono rispettate, decida di non spostarsi, costringendo l'auto "frettolosa" a rispettare segnaletica e limiti di velocità.
Forse è stato mosso da questo spirito l'uomo che ieri sera, a bordo di una Fiat 600, ha "impedito" il sorpasso di una Ferrari sul GRA, all'altezza dell'uscita Pontina. Solo che a bordo della Ferrari c'erano due pregiudicati che hanno pensato prima di speronare più volte la Fiat 600 e poi di bloccargli la strada.
Non paghi di questa violenza, i due uomini di 30 e 32 anni sono scesi dal bolide di Maranello e hanno frantumanto il finestrino della Fiat 600, aggredendo il conducente dell'auto che si era "permesso" di non farli superare.
Per fortuna un carabiniere fuori servizio ha visto la scena e allertato i colleghi, prontamente intervenuti. I due ferraristi sono stati arrestati e portati al Regina Coeli e dovranno rispondere di violenza privata, lesioni aggravate in concorso, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. La Ferrari è stata sequestrata come i 27.500 euro trovati all'interno della vettura, soldi la cui provenienza deve essere ancora accertata.
Il malcapitato conducente della Fiat 600, di 32 anni, è stato invece trasportato al Sant'Eugenio, curato e dimesso con una prognosi di 21 giorni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: