le notizie che fanno testo, dal 2010

Daniel, papà: era a 500 metri dalle scarpe ritrovate

Il padre di Daniel non riesce a capire perché non si è riusciti a trovare prima il figlio, il cui corpo è stato scoperto per caso da due pescatori, visto che era a soli 500 metri da dove erano state rinvenute le scarpe.

"Continuavo a ripetere che bisognava cercare in quella zona, dove avevano ritrovato gli scarponcini, le calze e il giubbotto. Perché senza quelli non avrebbe potuto allontanarsi troppo" spiega il padre di Daniel ai giornalisti, come riporta l'Eco di Bergamo (http://tinyurl.com/5sfjkxt). Non si da pace il padre di Daniel, così come l'intera famiglia che dopo la tragica notizia del ritrovamento del cadavere del ragazzo si è subito diretta nel Canavese, almeno per l'ultimo saluto. Il papà di Daniel non riesce a capire come mai il corpo del figlio sia stato trovato, per caso, da due pescatori e non dalle squadre di ricerca che battevano da giorni la zona. Oltretutto qualche giorno fa, a soli 500 metri dal luogo dove si era rifugiato Daniel probabilmente per ripararsi dal freddo, erano state trovate le scarpe, le calze e il giubbotto del 20enne. "Chissà perché si sarà liberato di scarponi e giubbotto - conclude il padre - ma purtroppo questo non lo sapremo mai".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Bergamo# famiglia# giornalisti# ricerca