le notizie che fanno testo, dal 2010

Roghi, Mongrassano: arrestato presunto incendiario seriale

"Un contadino settantenne è stato colto in flagrante dalla Forestale mentre appiccava il fuoco in una zona collinare del cosentino ed è stato condannato agli arresti domiciliari. Ad intervenire è stato il personale dei Comandi Stazione di Cerzeto e Acri (CS), dipendente dal Comando Provinciale di Cosenza del Corpo forestale dello Stato", si fa sapere in una nota dei Forestali.

"Un contadino settantenne è stato colto in flagrante dalla Forestale mentre appiccava il fuoco in una zona collinare del cosentino ed è stato condannato agli arresti domiciliari. Ad intervenire è stato il personale dei Comandi Stazione di Cerzeto e Acri (CS) - mettono al corrente in un comunicato i Forestali -, dipendente dal Comando Provinciale di Cosenza del Corpo forestale dello Stato."
"Durante le attività di controllo del territorio mirate a contrastare il fenomeno degli incendi boschivi che sta interessando la zona - continua quindi il CFS -, i Forestali appostati e nascosti hanno individuato l'uomo, in passato denunciato per altre tipologie di reati, in atteggiamenti sospetti."
"Di lì a poco è stato colto in flagrante mentre con un accendino appiccava il fuoco in più punti. La vicenda è avvenuta in località Sciolle nel comune di Mongrassano. I Forestali lo hanno inseguito e fermato traendolo in arresto. A pronunciarsi è stata la Procura di Cosenza, immediatamente contattata dal Corpo forestale dello Stato, che ha disposto per il responsabile la misura cautelare degli gli arresti domiciliari" proseguono le Giubbe Verdi.
"Le fiamme appiccate su arbusti e vegetazione tipici della macchia mediterranea, spente sul nascere, avrebbero potuto mettere a repentaglio il centro abitato di Mongrassano e danneggiare il bosco limitrofo all'area teatro della vicenda, costituito in prevalenza da piante di robinia, roverella e castagno" si prosegue.
Si illustra al termine della nota: "Nelle operazioni di spegnimento hanno dato il proprio contributo anche i proprietari dei terreni adiacenti e la squadra antincendio boschivo è stata mobilitata proprio dalla Forestale attraverso la sala operativa unificata della Protezione Civile di Catanzaro. La zona, sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico ambientale, a luglio era stata colpita da incendi della stessa natura presumibilmente riconducibili alla stessa mano. Con ogni probabilità l'incendiario sarà processato per direttissima domani stesso."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: