le notizie che fanno testo, dal 2010

Incendi, Italia in fumo: ieri Campania e Lazio regioni più colpite

Gli incendi continuano a distruggere il nostro patrimonio boschivo, solamente ieri erano 158 i roghi. Regioni più colpite la Campania e il Lazio. "Il gesto dei piromani è ispirato dal maligno", osserva mons. Domenico Sigalini.

Se il patrimonio culturale condiviso dagli italiani sta progressivamente sfumando (come è successo via Governo Monti con la chiusura dell'ex Discoteca di Stato ), così il patrimonio boschivo e naturalistico sta progressivamente andando in fumo. I dati diffusi, solamente per la giornata di ieri, dal Corpo Forestale dello Stato mostrano quanti ettari di vegetazione ogni estate vengano persi sul nostro territorio. Il bollettino degli incendi di ieri 8 agosto ha visto la Campania e il Lazio protagoniste dei roghi con rispettivamente 50 e 23 incendi boschivi. In tutta Italia sono stati 158 i roghi divampati ieri e, certamente, non possono essere tutti scoppiati per "autocombustione". Solamente ieri, come riporta il sito di Radio Vaticana , l'abate generale di Vallombrosa, padre Giuseppe Casetta, "conferma come la causa della maggior parte degli incendi sia di origine dolosa"; e mons. Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina e assistente nazionale dell'Azione Cattolica, osserva come "il gesto dei piromani è ispirato dal maligno". Per rendersi conto della gravità della situazione e delle sue "dimensioni", la Forestale in una nota scrive che ieri nel Lazio "è intervenuto un elicottero Erickson S64F per spegnere un incendio che ha colpito il Comune di Riofreddo, in provincia di Roma, mandando in fumo 130 ettari di vegetazione" mentre sempre nel Lazio nel Comune di Vallecorsa, in provincia di Frosinone "è intervenuto un elicottero AB 412 per domare un incendio che ha distrutto circa 50 ettari di vegetazione". Intanto la Protezione Civile dal suo Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) notifica come nella giornata di ieri abbia ricevuto ben 37 richieste di intervento aereo: "9 dalla Sicilia e 8 dal Lazio. A seguire, 5 schede di concorso aereo sono arrivate dalla Campania, 4 dalla Calabria, 3 da Umbria e Sardegna, 2 dalla Puglia, una ciascuno da Abruzzo, Molise e Basilicata". I numeri 1515 e 115 sono a disposizione dei cittadini gratuitamente per segnalare anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo, o per la presenza "di eventuali incendiari che danno fuoco ai boschi e danneggiano il nostro patrimonio naturale", come ricorda la Forestale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: