le notizie che fanno testo, dal 2010

Albareto: denunciato per incendio colposo pensionato 70enne

"Un pensionato settantenne di Albareto (Parma) è stato identificato e denunciato dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Borgo Val di Taro a seguito di una complessa indagine per l'incendio dello scorso 11 novembre in località Boschetto di Albareto", illustrano in un comunicato i Forestali.

"Un pensionato settantenne di Albareto (Parma) è stato identificato e denunciato dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Borgo Val di Taro a seguito di una complessa indagine per l'incendio dello scorso 11 novembre in località Boschetto di Albareto. Nella notte tra il 10 e 11 novembre si è sviluppato un incendio di vaste dimensioni nei boschi del Comune di Albareto, le squadre di spegnimento dei Vigili del Fuoco, coordinate da Personale del Corpo Forestale, riuscivano a domare le fiamme solo in tarda mattinata quando sopraggiungeva da Bologna un elicottero dei Vigili del Fuoco" viene segnalato in un comunicato dai Forestali.
"Si rilevava da subito l'insolito periodo per gli incendi boschivi - spiega inoltre il CFS -, la provincia di Parma normalmente è infatti interessata dal fenomeno nel periodo tardo invernale-inizio primaverile e in minor misura nel periodo estivo. L'area percorsa dalle fiamme interessava buona parte del versante e la superficie boscata, costituita prevalentemente da bosco ceduo di faggio, querce e castagno, grazie alla perimetrazione eseguita, è risultata essere superiore a 24 ettari. Immediatamente i Forestali iniziavano l'attività di indagine tecnica di repertazione per risalire alle cause del rogo ed ai suoi autori. Veniva ripercorsa l'intera area percorsa dal fuoco dai repertatori della Forestale in cerca di ogni minimo segno che indicasse il passaggio del fuoco, seguiva una complessa attività di valutazione e analisi dei diversi indicatori. Grazie alla scrupolosa applicazione del M.E.F. si è riusciti ad individuare con esattezza il punto di insorgenza del fuoco e del calore che risultava essere divampato da un castagneto recentemente oggetto di lavori forestali. In particolare i Forestali sono riusciti a determinare l'esatto punto di insorgenza delle fiamme corrispondente ad una ceppaia utilizzata come braciere per l'abbruciamento di ramaglie e altri scarti vegetali nel bosco a seguito del recente taglio. Da qui iniziavano gli accertamenti per risalire all'identità del responsabile che risultava essere la medesima persona che aveva effettuato il taglio boschivo e che intendeva pulire il bosco. Il pensionato è stato quindi denunciato per incendio boschivo colposo e rischia da uno a cinque anni di reclusione come disciplinato dal secondo comma dell'articolo 423 bis del codice penale."
"Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato gli hanno inoltre contestato sanzioni per un totale di 200 euro per il mancato rispetto delle Prescrizioni di Massima e di Polizia Forestale della Regione che prevedono l'obbligo entro le 48 ore precedenti di comunicare al locale Comando Stazione Forestale l'intenzione di procedere con l'abbruciamento dei residui vegetali" si evidenzia infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: