le notizie che fanno testo, dal 2010

UE: al via da novembre Frontex Plus, ma Mare Nostrum rimane

Il commissario UE per gli Affari interni, Cecilia Malmstrom, annuncia che Frontex Plus, la nuova operazione dell'agenzia UE per il controllo delle frontiere, sarà solamente "complementare" a quella italiana, Mare Nostrum. Alfano assicura: "Col tempo Frontex Plus sostituirà definitivamente Mare Nostrum".

Per il momento, la missione Mare Nostrum non potrà andare in pensione, visto che il commissario UE per gli Affari interni, Cecilia Malmstrom, ha annunciato che Frontex Plus, la nuova operazione dell'agenzia UE per il controllo delle frontiere, sarà solamente "complementare" a quella italiana. L'annuncio è arrivato al termine dell'incontro di questa mattina a Bruxelles con Angelino Alfano. Il ministro dell'Interno ha comunque assicurato che "col tempo" Frontex Plus "sostituirà definitivamente" Mare Nostrum, che alla casse dello Stato costa circa 9 milioni di euro al mese, per cinque unità impegnate ogni giorno nell'attività di Sar (search and rescue), cioè una sorta di pattugliamento permanente del Mediterraneo. L'operazione Frontex Plus, che ingloba le missioni Hermes ed Enea, dovrebbe partire entro novembre nella speranza che "tutti i Paesi membri dell'UE contribuiscano a gestire i flussi migratori nel Mediterraneo", come auspica Cecilia Malmstrom. Per il momento, solo la Francia ha già aderito al progetto Frontex Plus per il controllo dell'immigrazione. Per capire quali altri Paesi si impegneranno, anche economicamente, bisognerà però attendere l'uscita del bando di partecipazione a Frontex Plus.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: