le notizie che fanno testo, dal 2010

Immigrati, Berlusconi parla con Barroso: appoggerà la linea italiana

Roberto Maroni rivela di aver "chiesto un intervento della Commissione" anticipando che oggi il Presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, si sarebbe recato a Tunisi. In seguito sarà il premier a parlare con Barroso.

Roberto Maroni non sembra aver ottenuto quello che desiderava dal vertice svoltosi ieri a Lussemburgo del Consiglio dell'Unione europea su Giustizia e Affari interni. Il Ministro degli Interni spiega, senza mezzi termini, che praticamente l'Europa avrebbe risposto, in merito all'emergenza immigrazione: "Cara Italia sono affari tuoi e devi fare da sola". "L'unica nota positiva è che - rivela Maroni ai giornalisti - durante la colazione, tra il secondo il dessert e il caffè, si è discusso dei permessi di soggiorno che l'Italia ha deciso di dare. E devo dire che come era nostra convinzione, nessuno ha eccepito che siano contrari alle normative europee. Sono conformi alle normative europee". Roberto Maroni infatti spiega che in realtà gli Stati membri dell'Europa avrebbero solo detto "Controlleremo che siano applicati tutti i requisiti previsti dalle direttive europee e dalla direttiva Schengen" ma che nessuno avrebbe invece affermato che "Non sono validi perché sono contrari all'accordo di Schengen". Maroni quindi anticipa che il provvedimento "è valido, sarà attuato, secondo le modalità e i tempi che abbiamo previsto" anche se ciò è "una magra consolazione rispetto alla consolazione di aver visto ancora una volta i Paesi dell'Unione europea assolutamente indisponibili ad attuare misure concrete di solidarietà". Roberto Maroni risparmia solo la Commissione europea e "la commissaria Malstrom, a cui va il mio apprezzamento e ringraziamento" rivela. La Malstrom, spiega Maroni, è infatti "molti attiva, nei limiti delle possibilità della Commissione". Il Ministro dell'Interno rivela quindi di aver "chiesto un intervento della Commissione" anticipando che oggi il Presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, si sarebbe recato a Tunisi. "Spero che possa ottenere qualche significativo risultato - conclude Maroni - Ma per ora l'Italia è lasciata sola a fare quello che deve fare e che continuerà a fare". In seguito, come riporta anche una nota di Palazzo Chigi, il premier Silvio Berlusconi ha avuto un colloquio telefonico con Barroso dove "i due Presidenti hanno ribadito il punto di vista comune sulla necessità di un approccio europeo all'emergenza migratoria". "Il Presidente Berlusconi - si legge nella nota - ha ringraziato il Presidente Barroso per il suo impegno personale e per quello della Commissione Europea per una soluzione condivisa del problema". Durante il suo viaggio a Tunisi, rivela la nota stampa di Palazzo Chigi, Barroso "appoggerà la linea italiana nei confronti delle Autorità tunisine".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: