le notizie che fanno testo, dal 2010

Fratelli d'Italia, Rampelli: doppia faccia di Morcone desta sconcerto

"Abbiamo constatato l'esistenza di due prefetti, a capo del dipartimento immigrazione del ministero dell'Interno", così in una nota Fabio Rampelli da FdI-An.

"Abbiamo constatato l'esistenza di due prefetti, a capo del dipartimento immigrazione del ministero dell'Interno" commenta in una nota Fabio Rampelli, deputato di FdI-An.
Specifica quindi il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera: "Il servitore dello Stato che ieri in audizione alla Camera con una forte dose di encomiabile buon senso ha parlato della necessità di un confronto con i territori e della sua delusione per le decisioni dell'UE; e il prefetto che parla in tv e ai giornali minimizzando il peso che 80 mila nuovi ingressi avranno sui Comuni. Il secondo prefetto, quello propagandista delle teorie farneticanti di Renzi e Alfano, sa benissimo che lo slogan dei soli 8 immigrati in ciascuno degli oltre 8000 mila Comuni italiani non funziona e non ci aspettavamo un simile scivolone da parte di un alto funzionario dello Stato. Quasi la metà di questi Comuni sono al di sotto dei 5000 abitanti e hanno seri problemi di spopolamento e sopravvivenza. Di questi circa duemila hanno meno di 1000 abitanti. Occorre poi ricordare che un gigantesco numero di piccole e grandi città possiede da decenni enormi carenze urbanistiche ( illuminazione, rete fognaria, acqua corrente, asili nido, scuole primarie e secondarie, verde pubblico attrezzato, presidi culturali, servizi socio assistenziali ) e i cittadini si aspettano che lo Stato arrivi a realizzare questi servizi e non a portare altro degrado e insicurezza."
"I cittadini poi pagano tasse esose è inaccettabile che si trovino dalla notte al giorno nuovi insediamenti di immigrati senza che siano stati interpellati. Questo comportamento arrogante è antidemocratico. Nessuno ha il diritto di far trovare un centro d'accoglienza senza un'adeguata e preventiva informazione e condivisione.È paradossale che sia stato rimosso il prefetto che ha cercato di ascoltare le ragioni dei cittadini invece che gli sceriffi. Solidarizziamo con i prefetti che protestano e con le forze dell'ordine che non vogliono caricare i cittadini inermi che difendono la loro sicurezza per attuare politiche sbagliate tese a tutelare il business delle cooperative rosse d bianche" scrive in conclusione Rampelli.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: