le notizie che fanno testo, dal 2010

Fiaccolata a Roma: da Esquilino a Tor Pignattara. Bus e tram deviati

Per ricordare Zhou Zeng e la sua bambina Joy, di appena 9 mesi, freddati il 4 gennaio a Tor Pignattara, si svolgera martedì 10 gennaio a Roma una fiaccolata per esprimere vicinanza alla famiglia. Il corteo inizierà all'Esquilino, chinatown della Capitale.

La Capitale è ancora sotto shock per il brutale omicidio, avvenuto a Torpignattara il 4 gennaio, del signor Zhou Zeng e della sua bambina Joy, di soli 9 mesi, uccisi a seguito di un tentativo di rapina. Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha incontrato lunedì 9 gennaio in Campidoglio, in forma privata, una delegazione di rappresentanti della comunità cinese romana guidata dall'ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese, Ding Wei, annunciando che il giorno delle esequie di Zhou Zeng e Joy sarà indetto il lutto cittadino. Per martedì 10 gennaio, invece, è stata organizzata sempre a Roma una fiaccolta per ricordare le vittime. "Sarà un corteo pacifico per dimostrare la nostra vicinanza ai familiari delle vittime", spiega Lucia King, una delle organizzatrici e presidente dell'associazione Comunità di Shanghai in Italia, che racconta come l'idea iniziale era quella di una piccola manifestazione, a cui però hanno cominciato ad aderire migliaia di persone, tanto che si ipotizza la partecipazione di circa 6mila persone, come rende noto il Comune di Roma. L'appuntamento per la fiaccolata è alle ore 15 a piazza Vittorio, quartiere Esquilino e "chinatown" della Capitale, mentre il corteo si muoverà verso via Principe Eugenio, via e piazza di Porta Maggiore, piazzale Labicano, via e circonvallazione Casilina, via del Pigneto, via dei Zeno, via Augusto Dulceri, via Zenodossio, via Giovanni Maggi e via Antonio Tempesta, per concludersi a largo Bartolomeo Perestrello, a Torpignattara. Per questo motivo, il Comune di Roma avvisa che dieci linee di bus e tram (3, 5, 14, 19, 81, 105, 412, 553, 571 e 810) saranno deviate o limitate nei loro percorsi in base alle necessità del momento. I negozi di proprietà cinese del quartiere Esquilino, invece, abbasseranno le saracinesche per permettere alla comunità di partecipare al corteo, alla cui testa ci saranno gli abitanti di Tor Pignattara e i parenti delle vittime, arrivati dalla Cina. Mano a mano che calerà il buio, i partecipanti del corteo accenderanno le proprie candele bianche per ricordare non solo Zhou Zeng e la piccola Joy ma anche in segno di pace. Anche a Milano, da via Paolo Sarpi, nel cuore della chinatown menghina, si snoderà un corteo parallelo a quello della Capitale, per esprimere vicinanza alla famiglia di Zhou Zeng.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: