le notizie che fanno testo, dal 2010

Baglioni: Berlusconi? Annunci bizzarri a Lampedusa. Barbarossa rincara

Da Lampedusa Claudio Baglioni e Luca Barabarossa, in occasione della 3 giorni "Susiti", non risparmiano le critiche alla politica, che da sempre ha abbandonato l'isola al proprio destino, nonostante sia diventata la "porta dell'Europa" per molti immigrati.

Durante la conferenza stampa della tre giorni di "Susiti" (dal siciliano "alzati"), organizzata per promuovere Lampedusa sulla scia del festival di musica "O' Scià", Claudio Baglioni ricorda la visita del premier sull'isola, sottolineando come Berlusconi abbia da una parte "annunciato da Lampedusa alcune misure importanti per l'isola" mentre "altre bizzarre come il campo da golf e il Casinò". Claudio Baglioni rivendica anche l'idea della candidatura di Lampedusa a Premio Nobel della Pace, precisando che tale intuizione fu proprio loro e degli isolani, oltretutto lanciata anni fa. "Il capo del governo l'ha copiata da noi" conclude il cantautore romano. Ma all'evento partecipano diversi aritisti, tra cui anche Luca Barbarossa, che ha parole ben più dirette verso la politica e il suo modo di agire (o di non agire). "Lampedusa senza accorgersene è diventata la porta d'Europa e il governo nazionale, senza distinzione tra destra e sinistra, è stato assente a lungo - ricorda Barbarossa - per poi intervenire in modo eclatante solo negli ultimi tempi". "E' incredibile - conclude il cantautore italiano - che lo slancio per Lampedusa venga da un cantante e non dalla politica, mi chiedo come si fa politica e non essere qui dove la politica serve. I lampedusani sono fieri di essere isolani ma non di essere isolati". Cogliendo l'occasione della conferenza stampa di "Susiti" il sindaco di Lampedusa rinnova a Berlusconi l'invito a tornare nell'isola ora che le "campagne elettorali sono finite", per "portare serie risposte".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: