le notizie che fanno testo, dal 2010

A Lampedusa 10 barconi. Gheddafi: immigrati invaderanno l'Europa

Mentre a Lampedusa (Sicilia) arrivano 10 nuovi barconi di migranti che scappano dalle aeree devastate del Maghreb, il colonello Gheddafi afferma che "migliaia di persone invaderanno l'Europa dalla Libia", perché presto le coste del Mediterraneo saranno invase da al Qaeda.

Un aereo di ricognizione sul Canale di Sicilia ha avvistato ben 10 barconi di immigrati diretti nel porto di Lampedusa (Sicilia). Ieri sera una piccola imbarcazione con 14 extracomunitari aveva già raggiunto il porto, mentre un barcone su cui viaggiano circa 200 migranti è stato affiancato da una pattuglia della Guardia di Finanza che ha trasferito a bordo tutte le persone, per evitare di mettere in pericolo le loro vite continuando la traversata verso Lampedusa. Gli altri 8 barconi sembra che fossero nella notte ancora in acque internazionali, ma il loro arrivo è previsto per questa mattina. Tutti gli immigrati saranno accolti nel Centro di prima accoglienza di Lampedusa, anche se la struttura non è in grado ad accogliere tutti gli arrivi previsti. La notizia di questa nuova ondata di migranti che scappano dal Maghreb giunge nello stesso giorno in cui viene pubblicata, in Francia, una intervista di Gheddafi che spiega che il Mediterraneo rischia di essere invaso dagli uomini di al Qaeda. Gheddafi afferma infatti che le rivolte in Libia sarebbero organizzate da al Qaida, e che quindi "il rischio di diffusione del terrorismo su scala globale è evidente", come riporta "Le Journal du Dimanche" (http://tinyurl.com/63uhu6o).
"La situazione è grave per l'intero Occidente e per tutti i leader europei del Mediterraneo - continua Gheddafi - Bin Laden verrà a stabilirsi nel Nord Africa e lascierà il mullah Omar in Afghanistan e in Pakistan. Ci sarà una jihad islamica di fronte a voi, nel Mediterraneo". Per questo il colonnello sostiene che se non si fermerà questa ondata "migliaia di persone invaderanno l'Europa dalla Libia". Parole che naturalmente devono essere lette nell'insieme delle sue dichiarazioni, visto che il dittatore libico afferma anche che i rivoltosi sarebbero drogati dagli uomini di Al Qaeda e che le cifre delle vittime in Libia non sarebbero migliaia ma al massimo 200, anche perché il colonello non avrebbe mai dato ordine si sparare sui manifestanti pacifici.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: