le notizie che fanno testo, dal 2010

Scontri all'Infernetto, Rampelli (FdI): espulsione immediata degli immigrati

Commentando gli scontri tra immigrati avvenuti all'Infernetto, dopo il trasferimento di alcuni di questi da Tor Sapienza, Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale, afferma: "Necessario procedere con urgenza al completo sgombero e all'espulsione immediata di tutte quelle persone che non hanno avuto rispetto per la nostra comunità e la sua accoglienza".

"L’ennesima rissa scatenata ieri sera dagli immigrati trasferiti dal sindaco Ignazio Marino in uno dei padiglioni del Centro Alzheimer dell’Infernetto fa capire più di mille parole come le persone ospiti della struttura siano incompatibili tra loro e con il quartiere. Esattamente come lo erano con gli abitanti di Tor Sapienza" denuncia in una nota Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, commentando i fatti avvenuti all'Infernetto. L'esponente di FdI-An sostiene infatti: "Le rivalità etniche, il bisogno di controllo interno al centro da parte di un gruppo su un altro, il ricorso alla violenza e al vandalismo verso una struttura con i soldi dei cittadini e dedicata a una malattia difficile e dai complessi risvolti sociali, rendono necessario procedere con urgenza al completo sgombero e all’espulsione immediata di tutte quelle persone che non hanno avuto rispetto per la nostra comunità e la sua accoglienza". Rampelli riferisce che il 18 novembre una delegazione di Fratelli d’Italia-An ha "incontrato il prefetto Pecoraro e, tra le altre cose, ha espresso preoccupazione proprio per la manifesta incompatibilità dei centri d'accoglienza con le ubicazioni territoriali scelte. - concludendo - Il concetto che deve essere chiaro agli immigrati giunti in Italia è che nessuno è disposto a rinunciare alla cancellazione della legalità e della convivenza civile. Al primo errore, si torna a casa".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: