le notizie che fanno testo, dal 2010

Cover Up su violenze a Colonia? Erano immigrati rifugiati siriani, per rapporto polizia

Si rafforza l'idea che sulle violenze avvenute a Colonia la sera di Capodanno ci possa essere stato un vero e proprio cover up. Per un rapporto di polizia, pubblicato sui giornali tedeschi Bild e Spiegel e non confermato ufficialmente, la folla presso la stazione di Colonia che ha usato violenza contro almeno 150 donne era composta anche da immigrati siriani richiedenti asilo.

Alcune delle persone coinvolte la notte di Capodanno nella serie di aggressioni sessuali ai danni delle donne nella città tedesca di Colonia sembrano essere rifugiati siriani. E' quando emerge da un rapporto della polizia trapelato, nel quale si legge che gli agenti in servizio hanno persino temuto che "ci sarebbero potuti essere dei morti". Se la veridicità di tale rapporto sarà confermato, pubblicato sul quotidiano Bild e Spiegel, causerà probabilmente un vero terremoto politico in Germania, e ne rimarrà coinvolto soprattutto il governo di Angela Merkel. Anche se diversi ministri tedeschi hanno immeditamente tenuto a precisare che non ci sono prove del fatto che le violenze siano state portate avanti anche dai richiedenti asilo, questo rapporto di polizia svela che una delle persone fermate dagli agenti a Colonia dopo gli scontri avrebbe affermato: "Io sono siriano. Mi si deve trattare gentilmente. E' Angela Merkel che mi ha invitato". Una seconda persona, sempre secondo questo rapporto non confermato ufficialmente, avrebbe invece strappato davanti ai poliziotti il suo permesso di soggiorno sostenendo, in maniera provocatoria: "Non mi potete fare niente, posso ottenerne uno nuovo domani". Un giornale locale ha invece riportato che una quindicina di richiedenti asilo provenienti dalla Siria e dall'Afghanistan sono stati brevemente detenuti dalla polizia la notte di Capodanno, sempre in connessione alle violenze avvenute a Colonia. In queste ore c'è chi parla di un cover up istituzionale della grave vicenda, che potrebbe essere avvalorato se queste notizie venissero confermate. Sui grandi media infatti si è cominciato a parlare delle violenze avvenute a Colonia con molti giorni di ritardo. Il Bild non nomina l'autore del rapporto della polizia, ma lo identifica come il comandante di circa 100 ufficiali inviati come rinforzi nella zona delle violenze, presso la stazione di Colonia. Nel rapporto viene sottolineato che la polizia era in forte inferiorità numerica rispetto alla piazza "piena di immigrati" e questo ha impedito agli agenti di soccorrere tutte le vittime assalite dalla folla, descritta come ubriaca e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Più di 150 donne hanno presentato denunce penali, tre quarti di queste per violenza sessuale. Due casi sarebbero di stupro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: