le notizie che fanno testo, dal 2010

ESA: iceberg si stacca da ghiacciaio di Jakobshavn, quello del Titanic

I satelliti Sentinel dell'ESA (Agenzia spaziale europea) rivelano che un enorme iceberg da 12,4 chilometri quadrati si è staccato dal ghiacciaio di Jakobshavn o di Sermeq Kujalleq, che si starebbe dirigendo spinto dalle correnti verso lo Stretto di Davis. E' probabile che dal ghiacciaio di Jakobshavn si staccò anche il celebre iceberg che affondò il Titanic.

Sotto osservazione, e dallo Spazio, un enorme iceberg che si è staccato dal ghiacciaio di Jakobshavn o di Sermeq Kujalleq, il più grande della Groenlandia e del mondo al di fuori dell'Antartide. Diversi esperti hanno ipotizzato che l'iceberg che ha affondato il Titanic nel 1912 si era staccato proprio dal ghiacciaio di Jakobshavn ed è per questo che le navi che in questo periodo transiteranno nell'Atlantico dovrebbero avere una vedetta sempre di guardia. Alcune immagini satellitari rivelano infatti che tra il 13 ed il 19 agosto una sezione di ghiaccio da 12,4 chilometri quadrati si è staccata da Sermeq Kujalleq, a quanto pare spinta dalle correnti verso lo Stretto di Davis. A seguire il tragitto dell'enorme iceberg è l'Agenzia spaziale europea attraverso il satellite Sentinel-1, una piattaforma radar che quindi può vedere attraverso le nubi ma anche mappare i flussi ed cambiamenti di quota. Il satellite Sentinel-2, sempre della missione Copernico dell'ESA, è invece in grado di fornire delle vere e proprie immagini. L'ESA quindi, oltre ad aver calcolato la superficie, stima che l'iceberg alla deriva abbia una profondità di 1.400 metri ed un volume di circa 17,5 chilometri cubi. Una dimensione, stima l'ESA, sufficiente a coprire l'intera isola di Manhattan da uno strato di ghiaccio di circa 300 metri di spessore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: