le notizie che fanno testo, dal 2010

iPhone: Frash in un Flash

Per Steve Jobs è un incubo, Adobe Flash è un buco che Apple cerca di tappare con l'indifferenza, ma gli hacker si sono messi al lavoro e grazie a Frash Flash è su iPhone e iPad.

Mentre indiscrezioni danno per certa un'indagine antitrust europea per l'esclusione di Adobe Flash in ogni sua forma all'interno dei gadgets Apple (iPhone, iPad, ecc), che ferma di fatto tutti gli sviluppatori Adobe nella creazione di prodotti per Apple versione "mobile", un hacker riesce a far girare Adobe Flash dentro iPhone e iPad, in spregio a tutta la burocrazia e ai divieti di Apple.
Dagli stessi autori del "jailbreak", ovvero lo "sblocco" dell'iPhone e iPad arriva Frash, la "patch" che fa leggere ai dispositivi Apple Adobe Flash e che fa saltare i nervi a Steve Jobs che non vuole sentire parlare di Flash sui suoi apparecchi.
Comex. questo il nome del celebre hacker, sembra che abbia fatto il "porting" di un player di Adobe Flash che gira su Android per farlo "girare" tramite un codice specifico su iOS 4. Ovviamente l'iPhone o l'iPad deve essere stato prima "aperto", o meglio "jailbrekkato" azione che ricordiamo annulla la garanzia Apple sulle apparecchiature.
Chi l'ha già provato dice che Frash all'interno di Safari, il browser Apple incorporato, si comporta egregiamente. Con Frash finalmente anche chi ha un prodotto Apple tra le mani può godere della tecnologia che ha rivoluzionato il web.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: