le notizie che fanno testo, dal 2010

iPad: Repubblica anticipa Murdoch. R7 giornale solo per Apple

iPad news, binomio vincente? Parte il "primo settimanale italiano d'informazione costruito sulle possibilità multimediali del tablet Apple". La Repubblica anticipa "The Daily" di Murdoch con una presenza importante sull'iPad. Ma che è anche un precedente.

La Repubblica è da sempre all'avanguardia del marketing editoriale da quando i quotidiani sono diventati veicoli di altri prodotti come ad esempio cd, libri e riviste e pastine. E da quando anche i giornali stessi si avvicinano sempre più a meri prodotti di marketing.
Anche in tempo di sfrenato entusiasmo "elettronico" il quotidiano diretto da Ezio Mauro non si smentisce, cavalcando il trend del prodotto editoriale "pensato per essere letto, sfogliato, guardato, usato, scoperto su iPad" come scrive nel suo articolo-nota di presentazione (http://is.gd/j4AlL).
R7 (questo è il nome dal vago sapore "fordista", in linea con R2) è descritto da Repubblica.it nei soliti toni modesti e che non hanno nulla di enfatico: "Si chiama R7 il nuovo e rivoluzionario magazine multimediale che entra a far parte dell'offerta di Repubblica" e continua mestamente "R7 è un vero e proprio magazine multimediale costruito con il meglio della settimana di Repubblica: dagli editoriali del fondatore del giornale Eugenio Scalfari e del direttore Ezio Mauro alle inchieste, dall'approfondimento dei fatti di cronaca ai reportage dei grandi inviati, dalle nuove frontiere della tecnologia alle ultime tendenze della società, dagli eventi sportivi ai personaggi della cultura e dello spettacolo".
Ma non sarà, promette il giornale, una "minestra riscaldata" ma "ogni argomento inoltre verrà approfondito con una serie di contenuti multimediali (immagini, video, audio, infografica) creati appositamente per l'applicazione". E poi è il "primo settimanale italiano d'informazione costruito sulle possibilità multimediali del tablet Apple" ed è anche gratis! Ovviamente, come è solito per il nostro decadente Paese, la presenza di Repubblica sull'iPad Apple non sembra uno spunto originale ma una pallida anticipazione del futuro dettato da Rupert Murdoch (sul quale Repubblica non è di certo tenera).
Il tycoon australiano di News Corporation difatti debutterà, sembra a Gennaio prossimo venturo con un vero "quotidiano" "The Daily", solo per iPad.
Intanto il creare prodotti editoriali di informazione "chiusi" (cioé compatibili solo con un unico hardware e incompatibili con il resto del "mondo" informatico) viene percepita da molti come pericolosa, visti i tempi, e rappresenterebbe la negazione del web.
Difatti questo trend tratteggia un futuro dove qualsiasi fonte di informazione sarà un "app" legata ad un produttore di computer, blindata, incompatibile, a pagamento, su un device ipercontrollato e controllabile dal produttore di hardware.
Insomma, il contrario del principio di "libertà di circolazione delle idee" che i quotidiano come Repubblica sembrano da sempre promuovere. Almeno a parole, che rimane, anche in epoca elettronica, il colmo per un giornale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: