le notizie che fanno testo, dal 2010

iPad 2: nei negozi di giocattoli Toys R Us

La strategia commerciale di Cupertino non si ferma di fronte a nessuna "barriera mentale" e la logica dell' "iPad everywhere" trionfa con l'introduzione del tablet di Apple anche nella più grande e famosa catena di giocattoli statunitense. Ma non chiamatelo gadget.

Chi ama Apple alla follia e sente parlare di "gadget" quando si parla di iPad 2 non può che avvertire un brivido lungo la schiena. Chiamare semplicemente "gadget" un così meraviglioso e perfetto "meccanismo" della tecnica è senz'altro un affronto per ogni fan di Steve Jobs. Certo è però che anche Cupertino, nella sua strategia evangelica nell'imporre "a chiunque" il suo tablet, ce la mette tutta per non attirare i "sorrisi di circostanza" di chi ama Android. iPad 2 sarà infatti venduto in molti negozi della catena di giocattoli più famosa degli Stati Uniti e del mondo, la pluricelebrata anche da film e telefilm "Toys R Us" che vedrà insieme a pupazzi e soldatini (per i nostalgici) anche l'iPad 2, e non solo per il bambino che abita dentro un trentenne. Continua quindi la strategia di Apple "dello sdoganamento" di iPad anche al di fuori dei suoi negozi monomarca Apple Store, aggiungendo Toys R Us a una lunga collana di catene che capillarmente coprono capillarmente le fasce di consumatori degli States quali Best Buy, Verizon, AT & T, Radio Shack e Walmart. Probabilmente gli Apple maniaci stanno attraversando lo stesso brivido di quando Apple "cambiò tutto" e dal meraviglioso "panna" dei suoi computer professionali (per molti ma non per tutti) passò allo sgargiante turbinio fluo e plasticoso degli iMac. Si ricordano fan che, caduti sulla via di Cupertino, si comprarono subito un brutto, ma serio PC.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: