le notizie che fanno testo, dal 2010

Mamma hacker rischia 42 anni di carcere: ha alzato i voti ai figli

Una donna della Pennsylvania rischia fino a 42 anni di cercere perché ha violato, circa 110 volte, il sistema informatico della scuola dei figli, alzandogli anche un paio di voti. La mamma si è difesa dicendo che l'azione non era etica ma di certo non illegale.

Una mamma 45enne di New Tripoli, Pennsylvania, rischia fino a 42 anni di carcere e 90mila dollari di multa per aver essere entrata nel sistema informatico della scuola dei figli pur non essendo autorizzata. La donna, Catherine Venusto, ha lavorato come segretaria per la Northwestern Lehigh School District dal 2008 al 2011, e in quel periodo pare che sia riuscita a scoprire (e memorizzare) l'account e la password del sovrintendente del distretto scolastico e di altri nove dipendenti. Con tali account, la Venusto sarebbe entrata nel sistema informatico della scuola per ben 110, in un periodo compreso di 18 mesi, dove ha aperto file personali, ha visualizzato i rapporti dei dipendenti ed ha navigato tra le varie informazioni. Inoltre, il "cuore di mamma" della Venusto non ha resistito alla tentazione di alzare un paio di voti ai suoi due figli, trasformando una F della figlia in una M (pare in una materia di medicina) e facendo lievitare un 98 del figlio in un 99. La donna avrebbe ammesso che le azioni da lei compiute sarebbero "non etiche" ma di certo "non illegali". I giudici finora sembrano non pensarla allo stesso modo, facendola uscire di progione solo dopo una cauzione di 30mila dollari. Catherine Venusto dovrà difendersi nel corso del processo per violazione informatica e uso illecito del computer.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# carcere# computer# cuore# giudici# materia# password# scuola