le notizie che fanno testo, dal 2010

Sangue cordonale: Puglia leader di donazioni in Italia

La Puglia si conferma la regione più attenta ed organizzate per la raccolta e la conservazione del "sangue cordonale" che è solidaristica (cioè destinata a tutti i potenziali pazienti in tutto il mondo) e gratuita.

Tommaso Fiore, Assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia è soddisfatto per come stanno andando le cose nella regione per quanto riguarda le iniziative sulla raccolta di sangue del cordone ombelicale.
La Puglia vanta infatti il centro con la più alta quantità di donazioni di sangue cordonale. La donazione della rete di ospedali pugliesi è solidaristica (cioé destinata a tutti i potenziali pazienti in tutto il mondo) ed è gratuita.
In occasione della campagna per la donazione di sangue del cordone ombelicale l'ematologo Michele Scelsi ricorda che "la grande varietà genetica della popolazione pugliese rende più facile a livello mondiale trovare malati che necessitano delle nostre donazioni. Lo scorso luglio una unità di sangue compatibile è stata inviata a Nancy, in Francia, e ha salvato la vita a un paziente. Ma arrivano in Puglia unità per i nostri malati da Sidney, in Australia".
Nel 2009 il centro di San Giovanni Rotondo, provincia di Foggia, istituito nel 2007, ha raccolto 2451 unità di sangue e ne ha "bancate", ovvero conservate, 645.
Lazzaro Di Mauro, direttore della banca del cordone ombelicale, ha spiegato quali sono le malattie curabili con l'utilizzo delle cellule del sangue cordonale staminale: "Soprattutto i bambini affetti da leucemie, malattie ematiche, dismetaboliche, immunologiche e linfomi possono essere curati. Ma ci tengo a ribadire che nel 2009 la nostra è stata la prima banca, all'avanguardia per qualità e impianti, per numero di donazioni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: