le notizie che fanno testo, dal 2010

Nausea in gravidanza: i "ghiaccioli naturali" tolgono il disturbo

Nausea in gravidanza? Una soluzione le gestanti che soffrono del problema (si stima l'80%) arriva dal freddo, precisamente da un "ghiacciolo naturale" che aiuta a reidratarsi e ad alleviare la sete. Anche l'AOGOI ha testato la soluzione "ghiacciata" in sei centri italiani con ottimi risultati.

La nausea in gravidanza è un fenomeno abbastanza diffuso di cui si inizia a soffrire entro 4 settimane dal concepimento ma che di solito cessa dopo il terzo mese di gravidanza (nel 60% dei casi). Ci sono però dei casi in cui la nausea continua, addirittura fino alla vigilia del parto. Denise Solden, una mamma inglese, al suo terzo figlio, aveva notato che questa sensazione era placata dal ghiaccio. "Mi sentivo male, ero disidratata – dice Denise Solden –. Non riuscivo a tollerare nulla, solo il ghiaccio mi dava sollievo e mi consentiva di idratarmi, a differenza dell'acqua o di altri liquidi. Un effetto ancor più marcato l'ho ottenuto inserendo alcuni ingredienti naturali che permettevano di rendere il gusto più gradevole, in particolare lo zenzero". Da questa sua intuizione sono nati dei ghiaccioli venduti commercialmente col nome di "Lollipops", "senza zuccheri aggiunti, al sapore du pompelmo e mandarino, limone e menta, camomilla e arancia, lime e vaniglia, zenzero" (quest'ultimo gusto è quello consigliato) che aiutano le mamme a liberarsi dal senso di nausea. La comparsa di questi ghiaccioli e il fatto che l'80% delle donne in gravidanza è colpito da disturbi "non gravi" ma che "provano fisicamente ed emotivamente le future mamme" ha portato anche i ginecologi a studiarne l'effetto. Il prof. Antonio Chiantera Segretario Nazionale dell'AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani), afferma a questo proprosito: "30 nostre gestanti con nausea hanno consumato questi ghiaccioli a base di soli ingredienti naturali, senza zuccheri e conservanti. La sperimentazione nazionale ha coinvolto 6 centri distribuiti in tutta la penisola (Bergamo, Gorizia, Pescara, Chieti, Roma, Napoli) e ha dimostrato che l'utilizzo dei ghiaccioli riduce nella quasi totalità il fenomeno: ben 21 future mamme su 30 hanno avuto immediati benefici e si sono liberate da questo malessere" e quello che è più importante, aggiunge il professor Chiantera è che "nessuna ha riscontrato effetti collaterali". La soluzione che porta al consumo di questi "ghiaccioli naturali" è molto importante dato che, sottolinea sempre Chiantera: "Dopo le problematiche cliniche relative all'utilizzo di alcuni farmaci che poi si sono dimostrati teratogeni vi è un'estrema cautela da parte dei medici nel prescrivere medicinali. Per questo la disponibilità dei ghiaccioli naturali costituisce una novità particolarmente interessante per noi ginecologi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: