le notizie che fanno testo, dal 2010

Mamma a 13 anni a Bari. Il papà ha 16 anni

Una bambina di 13 anni ha dato alla luce, con un cesareo, un'altra bambina presso l'ospedale "Miulli" di Acquaviva delle Fonti (Bari). Il padre è un ragazzino di 16 anni. Finora le cronache che raccontavano di bambini-genitori arrivavano dall'estero.

Sempre più spesso le cronache raccontano di bambine che danno alla luce altri bambini, ma fino ad oggi le notizie arrivavano dall'estero. Un paio di mesi fa, per esempio, era giunta dalla Spagna (Andalusia) la vicenda di una bambina di 10 anni che non solo aveva partorito una bimba ma che il "fidanzatino" di 13 l'aveva anche lasciata. A fare più scalpore la gravidanza in Gran Bretagna di una ragazzina di 12 anni che era rimasta incita sembra dopo aver avuto un rapporto sessuale con un coetaneo perché era ubriaca.
LA storia che invece arriva da Cassano delle Murge, piccolo centro vicino Bari, è ancora semi sconosciuta. Per adesso si apprende solamente che la bambina di 13 anni ha partorito con un cesareo all'ospedale "Miulli" di Acquaviva delle Fonti e che madre e figlia stanno bene. Il padre, invece, dovrebbe essere un ragazzo di 16 anni, probabilmente conosciuto a scuola.
Unica certezza sembra essere il fatto che nessuno delle due famiglie abbia mai pensato di far interrompere la gravidanza.
Per cercare maggiori informazioni è stata anche interpellata Maria Pia Di Medio, sindaco di Cassano delle Murge, che però spiega di non sapere "nulla della vicenda" specificando che nessuno finora ha "contattato i servizi sociali".
"Non sappiamo chi sia la ragazzina né il papà della neonata - spiega il sindaco - Se i genitori dei due minorenni decideranno di chiedere il nostro intervento noi valuteremo i bisogni della famiglia e decideremo come intervenire".
"In questi casi si può ipotizzare un sostentamento mensile - conclude il primo cittadino - a prescindere da quanto previsto dall'intervento statale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: