le notizie che fanno testo, dal 2010

Piano Casa: modifiche non sono coperte. Tutto da rifare, entro 27 maggio

Le modifiche approvate in Commissione Ambiente e Lavori pubblici al decreto Piano Casa non hanno le coperture necessarie, e la Commissione bilancio del Senato boccia il testo emendato. Tutto da rifare, ma entro il 27 maggio 2014, giorno in cui il decreto Piano Casa dovrà essere approvato, altrimenti decadrà.

La Commissione bilancio del Senato ha bocciato il Piano Casa per problemi di copertura, dopo l'approvazione di vari emendamenti in Commissione Ambiente e Lavori pubblici. Se si vorranno quindi introdurre modifiche al testo del governo, il parlamentari dovranno ricominciare un nuovo iter. Tra gli emendamenti che erano passati al Piano Casa, quelli che prevedevano l'ampliamento delle agevolazioni fiscali in favore degli inquilini a basso reddito, la conferma dei canoni ridotti fino al dicembre 2015 per gli inquilini che avevano denunciato gli affitti in nero sulla base delle norme poi cancellate dalla Corte Costituzionale e il ripristino del tetto a 10.000 euro per il bonus mobili. Il testo del dl Piano Casa torna quindi nelle mani dell'esecutivo, ma per apportare nuovo modifiche ci sarà una corsa contro il tempo visto che il decreto deve essere approvato sia dal Senato (voto previsto per il 13 maggio) e poi anche dalla Camera, il tutto entro il 27 maggio 2014.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: