notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

Nuovi ministri governo Letta, le All Star 2013: i nomi e chi sono

Ecco la lista dei nuovi ministri del governo Enrico Letta che si appresta a giurare il 28 aprile 2013, una sorta di "All Star" all'esecutivo. Ecco i nomi dei nuovi ministri e chi sono, con una breve biografia.

Ecco la lista dei nuovi ministri del governo Letta,che si appresta a giurare domani, 28 aprile 2013. Una sorta di All Star di ministri, visti i curriculum e le biografie della nuova squadra di governo, composta in larga maggioranza da esponenti del PD e del PDL, anche perché questo è, sottolinea Giorgio Napolitano, un esecutivo prettamente "politico"1.

Enrico Letta sarà il nuovo Presidente del Consiglio, mentre il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Segretario generale del Consiglio sarà Filippo Patroni Griffi, già stato ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione nel governo Monti. Il vice premier nonché ministro degli Interni sarà invece Angelino Alfano, segretario del PDL. I nuovi ministri del governo Letta senza portafoglio sono invece: ministro degli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, già ministro per gli Affari Europei del governo Monti. Enzo Moavero Milanesi è discende da Ferdinando Bocconi, fondatore dell'Università milanese dove ha anche insegnato. Il suo primo incarico governativo arriva nel primo Governo Amato, nel quale si è occupato di risanamento degli enti pubblici. In seguito, nel 1994, Carlo Azeglio Ciampi lo ha nominato sottosegretario agli Affari europei mentre dal 1995 al 2000 è stato scelto quale capo gabinetto da Mario Monti, al tempo commissario europeo. Candidatosi al Senato nelle elezioni del 2013 con la lista Con Monti per l'Italia, Enzo Moavero Milanesi non viene però eletto. Il nuovo ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie è Graziano Delrio, attuale sindaco di Reggio Emilia per il PD, nonché Presidente dell'Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e membro della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali. Il nuovo ministro della Coesione Territoriale è Carlo Trigilia, professore ordinario di sociologia economica presso la Facoltà di scienze politiche dell'Università degli Studi di Firenze e membro della Fondazione Italianieuropei, presieduta da Massimo D'Alema e Giuliano Amato, nonché presidente della Fondazione RES, istituto di ricerche siciliano.

Il nuovo ministro per i Rapporti con il Parlamento e per il coordinamento dell'Attività di Governo è Dario Franceschini del PD di cui è stato anche segretario nazionale nel 2009, dopo che Enrico Letta ha sciolto la riserva su Twitter scrive: "Se un amico, vero, chiede una mano in un'avventura così difficile si risponde di sì. Anche caricandosi il lavoro più difficile e meno visibile". Il nuovo ministro delle Riforme Costituzionali è Gaetano Quagliariello, nato nel Partito Radicale nel 1994 si iscrive a Forza Italia ed ora esponente del PDL. Il 30 marzo 2013 viene nominato da Giorgio Napolitano a far parte dei "saggi"2, membro della commissione per le riforme istituzionali. Il nuovo ministro dell'Integrazione Cécile Kyenge3 mentre il nuovo ministro delle Pari Opportunità, dello Sport e delle politiche giovanili Josefa Idem4. L'ultimo ministro senza portafoglio è invece quello della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione, Gianpiero D'Alia, già Sottosegretario di Stato all'Interno nel governo Berlusconi 2005-2006, è stato eletto nel 2013 Sicilia nelle liste dell'UDC diventando vicecapogruppo vicario alla Camera dei Deputati del gruppo Scelta Civica per l'Italia.

Ecco invece la lista dei nuovi ministri con portafoglio del governo Enrico Letta: il ministro degli Affari Esteri è Emma Bonino, una delle figure più influenti del radicalismo liberale italiano. Il nuovo ministro della Giustizia è Anna Maria Cancellieri, già ministro dell'Interno nel governo Monti. Il nuovo ministro della Difesa è Mario Mauro, ex PDL di cui era Capo Delegazione all'Europarlamento passando a Scelta Civica prima delle elezioni 2013. Nominato tra "i saggi" da Giorgio Napolitano. Il nuovo ministro dell'Economia e delle Finanze è Fabrizio Saccomanni, economista, nel 2006 viene nominato direttore generale della Banca d'Italia e riconfermato nel luglio del 2012, che guida anche il nuovo Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Il nuovo ministro dello Sviluppo Economico è Flavio Zanonato, del PD, attualmente sindaco della città di Padova. Il nuovo ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti è Maurizio Lupi, vicepresidente della Camera dei deputati per il PDL. Il nuovo ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali è invece Nunzia De Girolamo, PDL, sposata con il deputato del Partito Democratico, Francesco Boccia, da cui ha avuto una bambina. Il nuovo ministro dell'Ambiente e Tutela del territorio e del mare è Andrea Orlando, ex portavoce nazionale del PD. Il nuovo ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali è Enrico Giovannini, presidente dell'Istat dal 2009. Il nuovo ministro dell'Istruzione e dell'Università e della Ricerca è Maria Chiara Carrozza, del PD, ex rettore del Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant'Anna di Pisa, di cui è presidente Giuliano Amato. Il nuovo ministro dei Beni e delle Attività culturali con delega al Dipartimento per il Turismo è Massimo Bray, PD, direttore editoriale della sezione di Storia moderna dell'Istituto della Enciclopedia Italiana, fondata da Giovanni Treccani. Infine, ministro della Salute è Beatrice Lorenzin, nata in Forza Italia, eletta nel 2013 alla camera dei deputati con il PDL.

27/04/2013 | update: 27/04/2013
ultime notizie in evidenza
gli articoli più letti di politica
Credits e info