le notizie che fanno testo, dal 2010

Ecobonus, bonus casa 2013: detrazioni al 65% con aumento IVA agevolate

Arriva una proroga per l'ecobonus - bonus casa 2013. Detrazioni fiscali dal 55% al 65% per gli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici e fino al 31 dicembre 2013. Per coprire le spese dell'erario, il CdM ha alzato dal 2014 l'Iva agevolata sui prodotti editoriali venduti assieme ad altri beni nei distributori automatici.

Arriva una proroga per l'ecobonus - bonus casa 2013. Il governo Letta ha infatti approvato "il forte potenziamento dell'attuale regime di detrazioni fiscali che passerà dal 55% per gli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici (detrazione in scadenza il 30 giugno prossimo) al 65%, concentrando la misura sugli interventi strutturali sull'involucro edilizio, maggiormente idonei a ridurre stabilmente il fabbisogno di energia". Il CdM avverte però che non sono previste successive proroghe per l'ecobonus, quest'ultima "stabilita per dare la possibilità a quanti non lo avessero già fatto di migliorare l'efficienza energetica del proprio edificio".

Il governo Letta che spiega che "per le spese documentate sostenute a partire dal 1 luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 o fino al 30 giugno 2014 (per le ristrutturazioni importanti dell'intero edificio), spetterà la detrazione dell'imposta lorda per una quota pari al 65% degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in 10 quote annuali di pari importo". Al vaglio, anche detrazioni per l'acquisto di mobili finalizzati all'arredo.

In conferenza stampa, il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, ha spiegato che il costo per l'erario sarà "di circa 200 milioni all'anno in dieci anni" al quale il governo ha provveduto "con interventi di razionalizzazione delle aliquote IVA più basse rispetto alla norma".

La Commissione europea, quando ha stabilito la chiusura della procedura per deficit eccessivo avviata a fine 2009 contro l'Italia, ha consigliato infatti al governo di sopprimere le numerose aliquote agevolate Iva, tanto che già nel 2014 salirà al 21% dal 4% l'Iva sui prodotti editoriali venduti assieme ad altri beni con l'esclusione dei libri, per un gettito stimato in 125 milioni su base annua e al 10% l'aliquota(ora al 4%) applicata a bevande e alimenti in vendita nei distributori automatici, per un gettito stimato di circa 104 milioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: