le notizie che fanno testo, dal 2010

Dl Sviluppo: ecco come Monti e Passera superano il gap tecnologico

Approvato il decreto già ribattezzato "Trasforma Italia", e cioè il dl Sviluppo proposto da Corrado Passera che mira a superare il "gap tecnologico che divide l'Italia", come spiega Mario Monti. Ecco i provvedimenti varati in CdM, dall'Agenda Digitale alle Startup innovative.

Il Consiglio dei Ministri approva il decreto legge Sviluppo che, parola di Mario Monti, guarda "al futuro e all'innovazione" e sarà "in grado di trasformare l'Italia". Ecco quindi come il governo Monti, su proposta del Ministro dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera, intende superare il "gap tecnologico che divide l'Italia".

Al primo punto del Dl Sviluppo c'è l'Agenda Digitale Italiana, che porterà alla creazione di:

a) Identità digitale e servizi innovativi per i cittadini.
- Documento digitale unificato, e cioè Carta di identità elettronica più tessera sanitaria: un unico documento elettronico che sostituirà la vecchia e cartacea carta di identità e la tessera sanitaria, e sarà "il punto di riferimento unitario attraverso cui il cittadino viene registrato e riconosciuto dalle amministrazioni dello Stato";
- Anagrafe unificata, censimento annuale della popolazione e Archivio delle strade: viene istituita l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), grazie alla quale l'ISTAT potrà "effettuare con cadenza annuale il censimento generale della popolazione e delle abitazioni, realizzando anche l'Archivio nazionale delle strade e dei numeri civici, utilizzando il conferimento degli indirizzari e degli stradari comunali";
- Domicilio digitale del cittadino e obbligo di PEC per le imprese: dal 1 gennaio 2013 il cittadino potrà decidere se comunicare con la pubblica amministrazione solo tramite posta elettronica certificata (PEC). Al contrario, le imprese individuali che si iscrivono al Registro delle imprese o all'Albo delle imprese artigiane avranno l'obbligo di indicare un proprio indirizzo PEC;

b) Amministrazione digitale.
- Pubblicazione dati e informazioni in formato aperto: i dati e le informazioni forniti dalla pubblica amministrazione dovranno essere obbligatoriamente pubblicati in formato aperto (cd. open data);
- Biglietti di viaggio elettronici e sistemi di trasporto intelligente: viene promossa l'adozione di sistemi di bigliettazione elettronica e di trasporto intelligenti (ITS);
- Procedure digitali per acquisto di beni e servizi: tutte le procedure per l'acquisto di beni e servizi da parte delle PA dovranno essere svolte esclusivamente per via telematica;
- Trasmissione obbligatoria di documenti per via telematica: le comunicazioni tra diverse amministrazioni pubbliche, così come tra PA e privati, dovranno avvenire esclusivamente per via telematica. Nel settore pubblico, tutte le certificazioni di malattia e di congedo parentale dovranno essere rilasciate e trasmesse per via telematica;
- Pubblicizzazione dei dati della PA: le amministrazioni italiane rendono disponibili i propri dati in formato digitale;

c ) Servizi e innovazioni per favorire l'Istruzione digitale.
- Fascicolo elettronico per gli studenti universitari e semplificazione di procedure in materia di Università: sall'anno accademico 2013-2014 viene introdotto il fascicolo elettronico dello studente, dove verranno raccolti tutti i documenti, gli atti e i dati relativi al percorso di studi;
- Libri e centri scolastici digitali: dall'anno scolastico 2013-2014, nelle scuole sarà progressivamente possibile adottare libri di testo in versione esclusivamente digitale, oppure abbinata alla versione cartacea;

d) Misure per la Sanità digitale.
- Fascicolo sanitario elettronico, cartella e prescrizione medica digitali: sarà introdotto il fascicolo sanitario elettronico (FSE), che conterrà tutti i dati digitali di tipo sanitario e sociosanitario del cittadino, raccogliendone di fatto l'intera storia clinica. Il fascicolo verrà aggiornato da diversi soggetti che, nell'ambito del servizio sanitario pubblico, prendono in cura gli assistiti. In questo senso, le strutture sanitarie pubbliche e quelle private accreditate potranno conservare le cartelle cliniche solo in forma digitale;

e) Forte impulso per la banda larga e ultralarga.
- Azzeramento del divario digitale, interventi per la diffusione delle tecnologie digitali: connessione a almeno 2 mbps nelle zone non ancora coperte e nelle aree a fallimento d'impresa. Ai 600 milioni di risorse già diponibili per il Mezzogiorno si aggiungono ulteriori 150 milioni per interventi nelle aree del centro-nord. esenzione della tassa per l'occupazione del suolo e del sottosuolo per quanto riguarda gli scavi per la posa della fibra ottica. Infine, gli operatori di Tlc avranno assicurato l'accesso alle parti comuni degli edifici per le operazioni di posa della fibra (viene quindi ridimensionata la proposta apparsa nella bozza del Dl Sviluppo che ipotizzava il divieto al proprietario dell'immobile o al condominio di "opporsi all'accesso dell'operatore di comunicazione al fine di installare, collegare e manutenere gli elementi di rete quali cavi, fili, riparti, linee o apparati", e che paventava l'istallazione coatta di antenne di telefonia mobile sui tetti degli stabili );

f) Moneta e fatturazione elettronica.
- Pagamenti elettronici alle pubbliche amministrazioni: l'obbligo per le amministrazioni pubbliche, così come per gli operatori che erogano o gestiscono servizi pubblici, di accettare pagamenti in formato elettronico;
- Utilizzo della moneta elettronica: i soggetti che effettuano attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, saranno tenuti, dal 1 gennaio 2014, ad accettare pagamenti con carta di debito. Gli importi minimi come i soggetti interessati dall'attuazione della disposizione verranno disciplinati da successivi decreti ministeriali;

g) Giustizia digitale.
- Biglietto di cancelleria, comunicazioni e notificazioni per via telematica: nei procedimenti civili tutte le comunicazioni e notificazioni a cura delle cancellerie o delle segreterie degli uffici giudiziari verranno effettuate esclusivamente per via telematica, quando il destinatario è munito di un indirizzo di posta elettronica certificata risultante da pubblici elenchi ovvero quando la parte costituita in giudizio personalmente abbia indicato l'indirizzo di posta elettronica certificata al quale ricevere le comunicazioni e notificazioni relative al procedimento. La stessa procedura è prevista per le notificazioni a persona diversa dall'imputato, nell'ambito dei processi penali;
- Modifiche alla legge fallimentare: le comunicazioni dei momenti essenziali della procedura fallimentare avverranno per via telematica. Obbligatoria la PEC da parte di ciascun creditore nella domanda di ammissione al passivo.
Al secondo punto del Dl Sviluppo c'è l'introduzione nel panorama legislativo italiano di quadro di riferimento organico per favorire la nascita e la crescita di nuove imprese innovative (startup). Cosa sono le Startup innovative, ecco le caratteristiche:
- o la maggioranza del capitale sociale e dei diritti di voto nell'assemblea ordinaria deve essere detenuto da persone fisiche;
- o la società deve essere costituita e operare da non più di quarantotto mesi; - o deve avere la sede principale dei propri affari e interessi in Italia;
- o il totale del valore della produzione annua, a partire dal secondo anno di attività, non deve superare i 5 milioni di euro;
- o non deve distribuire o aver distribuito utili; - o deve avere quale oggetto sociale esclusivo, lo sviluppo e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
- o non deve essere stata costituita per effetto di una fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda.

La Startup deve soddisfare almeno uno dei seguenti criteri:
- sostenere spese in ricerca e sviluppo in misura pari o superiore al 30 per cento del maggiore tra il costo e il valore della produzione;
- impiegare personale altamente qualificato per almeno un terzo della propria forza lavoro;
- essere titolare o licenziataria di una privativa industriale connessa alla propria attività.

Viene istituita un'apposita sezione del Registro delle Imprese con l'iscrizione obbligatoria per le startup innovative e gli incubatori certificati così da garantirne la massima pubblicità e trasparenza. Sul sito di Palazzo Chigi i dettagli riguardo la costituzione delle startup innovative, da pagina 11 a pagina 14 .

Le ulteriori misure per la crescita approvate nel Dl Svulippo riguardano:
- Credito di imposta al 50% per la realizzazione di nuove infrastrutture: per le opere strategiche e di importo superiore a 500 milioni di euro. Il credito potrà arrivare fino al limite massimo del 50% a valere sull'Ires e sull'Irap e la disposizione è valida fino al 31 dicembre 2015;
- Sportello Unico per l'Attrazione di Investimenti Esteri: verrà costituito un unico punto di coordinamento per i soggetti imprenditoriali, che farà capo al ministero dello Sviluppo economico e coordinerà tutti gli altri soggetti che operano nel settore;
- Misure per il rafforzamento dei confidi;
- Proroga per progetto 'carbone pulito' e per 'superinterrompibilità' elettrica: proroga di un anno (dal 31-12-2012 al 31-12-2013) per la realizzazione del progetto cosiddetto 'carbone pulito' (Carbosulcis). E proroga di tre anni (fino al 31-12-2015) del servizio per la cosiddetta 'superinterrompibilità' elettrica per la Sicilia e la Sardegna;
- Misure per l'individuazione e il contrasto delle frodi assicurative: l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (IVASS) realizzerà un archivio informatico integrato attraverso il quale sarà più facile individuare indici di anomalia e di possibili frodi, che potrà segnalare tali anomalie alle Autorità giudiziarie e incentivare azioni di indagine utilizzando il veicolo della vigilanza assicurativa;
- Misure a favore della concorrenza e della tutela del consumatore nel mercato assicurativo: abolite nel Codice delle Assicurazioni Private le clausole di tacito rinnovo. Si riporta da 2 a 10 anni il termine di prescrizione delle polizze vita "dormienti". Attraverso un decreto del ministro delle Sviluppo Economico, verrà definito uno schema di "contratto base" di assicurazione responsabilità civile auto;
- Misure per l'iscrizione al registro delle Imprese ulteriori misure di semplificazione per le società di mutuo soccorso: aggiornare la normativa sulle Società di Mutuo Soccorso. In attesa, si prescrive la necessità di previa iscrizione delle Società di mutuo soccorso al registro delle imprese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: