le notizie che fanno testo, dal 2010

Decreto Lavoro Poletti: ok fiducia al Senato. Entro 19 maggio conversione

Nonostante le proteste del MoVimento 5 Stelle, il Senato vota la fiducia posta dal governo sul Decreto Lavoro. Il testo ora ritorna all'esame della Camera, poiché ha subito alcune modifiche chieste dalla stessa maggioranza, ma dovrà essere convertito in legge entro il 19 maggio.

Nonostante le proteste del MoVimento 5 Stelle, il Senato vota la fiducia posta dal governo sul Decreto Lavoro. I voti a favore sono stati 158 e i contrari 122 (281 i presenti in Aula, 280 i votanti). Il testo ora ritorna all'esame della Camera, poiché ha subito alcune modifiche chieste dalla stessa maggioranza, ma dovrà essere convertito in legge entro il 19 maggio. Per la senatrice democratica Maria Spilabotte il decreto lavoro "è un punto di partenza importante perché semplifica l'incontro tra domanda e offerta, sostenendo l'apprendistato e il rinnovo dei contratti a termine, che è lavoro tutelato, contro il lavoro nero e superprecario. - assicurando - Con il Jobs Act metteremo in campo politiche attive per il lavoro, perché nessuno rimanga senza formazione, sostegno al reddito e ammortizzatori sociali in un mercato dell'occupazione globalizzato e instabile". Il senatore PD Andrea Marcucci attacca invece il MoVimento 5 Stelle affermando che "il loro programma è l'ostruzionismo come strumento per rallentare ogni decisione". Marcucci è infatti convinto che "con questo provvedimento sarà possibile un percorso di stabilizzazione dei giovani, con la garanzia dei contributi previdenziali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: