le notizie che fanno testo, dal 2010

Debiti PA verso imprese: tante richieste, pochi fondi. Riparto somme

Alla Cassa depositi e prestiti sono arrivate 1.500 domande di anticipazione di liquidità riguardo lo sblocco dei debiti che la Pubblica amministrazione ha verso le imprese. Ma in cassa non ci sono sufficienti soldi, e quindi si procederà ad un riparto delle somme richieste.

Il decreto varato dal governo Monti debiti Pa verso le imprese dell'8 aprile scorso ha ottenuto all'unanimità il parere favorevole della Commissione Affari costituzionali della Camera a anche alla Commissione Finanze di Montecitorio. Intanto, però, la Cassa depositi e prestiti comunica in una nota che "nell'ambito della procedura prevista relativa allo sblocco dei pagamenti della Pubblica amministrazione, ha ricevuto un totale di oltre 1.500 domande di anticipazione di liquidità, per un importo complessivo di circa 6 miliardi di euro. Considerando che le cifre richieste superano l'importo delle somme del Fondo dedicato agli Enti locali da 4 miliardi di euro (2 mld per il 2013 e 2 mld per il 2014) si procederà ad un riparto delle somme richieste". Le anticipazioni di liquidità saranno concesse entro il prossimo 15 maggio, e le erogazioni avverranno in seguito al perfezionamento dei relativi contratti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: