le notizie che fanno testo, dal 2010

Brancher ministro anche se sotto processo

Aldo Brancher nominato Ministro per l'attuazione del federalismo. E il 26 giugno riapre il processo che lo vede indagato riguardo scalata di BPL alla banca Antonveneta.

Aldo Brancher, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, è stato nominato ieri Ministro per l'attuazione del federalismo. In questo modo sarà il 24esimo membro dell'esecutivo e in molti dai banchi dell'opposizione storcono il naso. Giulio Tremonti, Ministro dell'Economia, rassicura tutti che Brancher sarà un Ministro senza portafoglio con un ministero "low cost, molto low cost", ma ciò che non è piaciuto all'opposizione è che Aldo Brancher è sotto processo con l'accusa di appropriazione indebita in relazione a soldi incassati da Giampiero Fiorani, in uno stralcio dell'indagine sulla scalata di Bpi alla banca Antonveneta. E per il 26 giugno è fissata la ripresa del processo. "Scommettiamo che nei prossimi giorni si avvarrà del famoso lodo Alfano", quello sul legittimo impedimento, commenta subito il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro. Per Antonio Di Pietro questo è l'ennesimo esempio educativo di questo governo che fa capire ai giovani quanto "l'onestà è una virtù che non porta profitti, se la tua fedina penale è immacolata non potrai amministrare la res publica". Anche il Partito Democratico non condivide tale nomina, affermando che quella di Brancher è una "inutile duplicazione di poltrone e un affronto agli italiani a cui vengono chiesti dal Governo enormi sacrifici". Lanciando poi una frecciata a Silvio Berlusconi, che nomina nuovi ministri tranne quello dello Sviluppo economico, che resta ancota nelle sue mani ad interim.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: