le notizie che fanno testo, dal 2010

Brancher chiede legittimo impedimento senza rimorsi

Il neo Ministro Aldo Brancher chiede il legittimo impedimento perché ha "la necessità di organizzare il nuovo Ministero".

C'era chi l'aveva detto, ma bisogna dire che la scommessa era facile facile da vincere. Subito dopo la nomina di Aldo Brancher a Ministro per l'attuazione del federalismo in molti (anche se non in troppi) hanno alzato la voce dicendo che l'ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio veniva promosso a Ministro per il semplice fatto che il prossimo 26 giugno sarebbe ripreso il processo che lo vede imputato con l'accusa di appropriazione indebita in uno stralcio dell'indagine sulla scalata di Bpi alla banca Antonveneta. Ed infatti il neo Ministro invoca il leggittimo impedimento perché ha "la necessità di organizzare il nuovo Ministero", chiedendo la sospensione del processo fino al 7 ottobre. Aldo Brancher afferma che non ha nulla da rimproverarsi perché "è difficile organizzare tutto questo lavoro" come per esempio "la scelta del capo di gabinetto e degli altri collaboratori". E meno male che il Ministero è "low cost, molto low cost", come ha affermato nei giorni scorsi Giulio Tremonti, altrimenti una semplice sospensione del processo non sarebbe bastata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# banca# federalismo# Giulio Tremonti# lavoro# low cost# voce