le notizie che fanno testo, dal 2010

Lamberto Sposini in terapia riabilitativa: sciolta la prognosi

Sembra che le condizioni di Lamberto Sposini, che il 29 aprile scorso era stato colpito improvvisamente, pochi minuti prima de "La vita in diretta", da una emorragia celebrale, stiano piano piano ma progressivamente migliorando, tanto che i medici sciolgono la prognosi.

Sembra che le condizioni di Lamberto Sposini, che il 29 aprile scorso era stato colpito improvvisamente, pochi minuti prima de "La vita in diretta", da una emorragia celebrale, stiano piano piano ma progressivamente migliorando. Dopo l'intervento neurochirurgico per la rimozione di un ematoma, Lamberto Sposini è rimasto in coma per 18 giorni, aprendo gli occhi per la prima volta solo il 17 maggio. Il 7 giugno, i professori Giulio Maira e Rodolfo Proietti, che coordinano lo staff medico del Gemelli a Roma dove Sposini è ricoverato, annunciano attraverso la nota la buona notizia: "In considerazione delle buone condizioni cardiorespiratorie e metaboliche - spiegano i medici - si scioglie la prognosi riservata". Lamberto Sposini, comunica sempre lo staff medico, continuerà quindi la "terapia riabilitativa presso il reparto di Terapia Intensiva del Policlinico universitario A. Gemelli".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# medici# Roma