le notizie che fanno testo, dal 2010

Giornalista spintonata ma scorte Bossi-Alemanno negano

Una giornalista del Giornale Radio Rai presente per lavoro alla reunion tra Umberto Bossi e il sindaco di Roma Gianni Alemanno è stata spinta in malo modo, tanto da dover ricorrere a cure sanitarie. Ma le rispettive scorte affermano che non c'entrano niente.

Una giornalista del Giornale Radio Rai, Noemi Giunta, presente per lavoro alla reunion tra Umberto Bossi e il sindaco di Roma Gianni Alemanno a suon di polenta e pajata, è stata spinta in malo modo, tanto da dover ricorrere a cure sanitarie.
Ma il mistero su chi l'ha spintonata nasce proprio quando si cominciano a cercare le responsabilità. In un primo momento l'Associazione stampa parlamentare (Asp) "protesta per il trattamento subito" dalla giornalista "per mano della scorta del sindaco di Roma". Ma il portavoce del sindaco Simone Turbolente specifica che non è stata la sicurezza di Alemanno a spingere la giornalista. L'Asp pubblica una nota di rettifica, ipotizzando per esclusione che ad essere coinvolti nell'episodio devono essere stati gli "uomini della scorta del ministro Bossi". Ma anche dalla Lega Nord si alza la smentita: "Non è stato malmenato nessun giornalista". Insomma, sembra essere iniziato il popolare gioco del rimpiattino o dello scarica barile, a seconda dei luoghi geografici di appartenenza.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: