le notizie che fanno testo, dal 2010

Anna Wintour zittisce giornalista al telefono: impossible conversation

Anna Wintour, direttrice di Vogue, zittisce una giornalista italiana rea di aver parlato al telefonino ad un pranzo seduto, organizzato a Palazzo Reale nella sala delle Cariatidi, per presentare la mostra "Schiaparelli and Prada: impossible conversation". Appunto.

Anche se l'autrice (Lauren Weisberger) de "Il diavolo veste Prada" lo nega, la protagonista del libro (che divenne anche un film con protagonista Meryl Streep) sembra essere ispirara a Anna Wintour, nota non solo per essere dal 1988 la direttrice della più autorevole rivista di moda statunitense e mondiale, Vogue, ma anche per il suo carattere non troppo accondiscendente. E' infatti proprio Anna Wintour ad essere protagonista del gossip del momento, a discapito della giornalista dell'Ansa Roberta Filippini, rea di aver parlato al telefonino nel corso di un pranzo seduto organizzato a Palazzo Reale nella sala delle Cariatidi, per presentare la mostra "Schiaparelli and Prada: impossible conversation". Appunto.
Al tavolo vicino a Roberta Filippini siede proprio Anna Wintour che, appena vede la giornalista parlare al cellulare, si alza e la tocca su una spalla, facendole capire di fare silenzio, anche perché disturbava lo "speech" di Andrew Bolton, curatore del Met di New York che il 10 maggio ospiterà la mostra presentata in anteprima a Milano.
La giornalista ammette l'errore di bon ton e fa il "mea culpa", spiegando però che il cellulare non ha squillato e che stava parlando con la redazione, per informarla "del ritorno di Jil Sander come creative director del suo marchio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: