le notizie che fanno testo, dal 2010

Contro gioco d'azzardo si apre la strada agli esorcismi: firmata convenzione tra Codacons e Vaticano

"E' stata firmata tra il Codacons, la Congregazione del Culto Divino e la disciplina dei sacramenti e l'AIE (Associazione internazionale esorcisti) una importante e innovativa convenzione sul fronte della lotta al gioco d'azzardo e alla ludopatia", spiega in un comunicato l'associazione dei consumatori.

"E' stata firmata ieri tra il Codacons - viene segnalato in un comunicato dell'associazione dei consumatori -, la Congregazione del Culto Divino e la disciplina dei sacramenti e l'AIE (Associazione internazionale esorcisti) una importante e innovativa convenzione sul fronte della lotta al gioco d'azzardo e alla ludopatia. La questione della dipendenza da gioco è infatti da tempo al centro dell'attenzione del Vaticano, che in più occasioni si è scagliato contro il proliferare di sale slot e videopoker che impoveriscono la società e portano a drammi economici e familiari."
"Posizione da sempre condivisa dal Codacons, che contro la ludopatia ha avviato non solo importanti battaglie legali nel nostro paese, ma anche progetti concreti per tutelare i giocatori. Proprio a seguito di tale unità di intenti è stata firmata ieri a Roma una importante convenzione tra l'associazione dei consumatori, la 'Congregazione del Culto Divino e la disciplina dei sacramenti' del Vaticano e l'Aie (Associazione internazionale esorcisti, organismo che conta oltre 250 aderenti e ha ottenuto pieno riconoscimento giuridico da Papa Francesco), allo scopo di introdurre nuovi strumenti in Italia per contrastare il gioco d'azzardo e tutelare i cittadini" si prosegue.
"In base alla convenzione - firmata dal presidente Codacons Carlo Rienzi - si chiarisce quindi -, dal prefetto della Congregazione Cardinale Robert Sarah, e dal presidente dell'Aie, padre Francesco Bamonte - il Vaticano non solo intensificherà gli sforzi nelle parrocchie e nelle sedi di culto contro il gioco d'azzardo, grazie alla presenza di esperti del Codacons che spiegheranno ai fedeli i rischi legati al gioco, ma aprirà la strada alla possibilità che i giocatori dipendenti siano sottoposti a veri e propri esorcismi."
"Non è un mistero infatti che per la Chiesa il gioco d'azzardo abbia attinenza diretta con l'influenza demoniaca, che spinge i cittadini a rovinare la propria vita e sperperare il proprio denaro. Per questo la convenzione firmata ieri prevede che, solo nei casi più gravi e in presenza di un parere preventivo di un religioso, i giocatori con forti forme di dipendenza possano essere sottoposti ad esorcismo, che sarà eseguito da un membro dell'Aie individuato dalla Congregazione. Si tratta di una formula innovativa di lotta al gioco, che equipara la ludopatia all'influenza del demonio sull'uomo, e che per questo sarà attuata solo in casi estremi, laddove le normali cure previste dal nostro sistema sanitario non ottengano alcun miglioramento delle condizioni del giocatore" conclude infine il Codacons.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: