le notizie che fanno testo, dal 2010

Colpa del DNA curve e "Puppe a pera"

Una ricerca ha analizzato il DNA di 77mila persone per capire come mai alcuni fisici e le loro "curve" assomigliano ad una pera mentre altre ad una mela. Insomma, la risposta scientifica alla mitica canzone del grande Francesco Nuti "Puppe a pera".

Un'interessante ricerca effettuata da un team internazionale formato da 400 scienziati di 280 istituti di ricerca, guidato da ricercatori dell'Università di Oxford e del Medical Research Council (GB), ha analizzato il DNA di 77mila persone allo scopo di scoprire i meccanismi biologici che determinano la differente distribuzione del grasso corporeo. Distribuzione che determina la forma del corpo, soprattutto di quello femminile, facendolo assomigliare a una pera (spalle strette, seno piatto, fianchi e glutei prominenti) o a una mela (seno prosperoso, ciccia su braccia, fianchi e pancia). I risultati della ricerca, pubblicati su "Nature Genetics", rivelano che sarebbero 13 i geni a "decidere" il posizionamento del grasso che influenza non solo l'aspetto fisico, ma anche e soprattutto la salute delle persone. I ricercatori ritengono che questa scoperta, anche se non ha potuto chiarire la ragione per cui il grasso si accumula in certi punti e non in altri, potrà essere molto utile per la cura di malattie legate alla dislocazione dell'adipe come quelle cardiovascolari e il diabete.
Bene! Ora sappiamo con chi prendercela o chi ringraziare se dobbiamo lottare per far sparire la pancetta o se invece non facciamo fatica perché i 13 geni ci hanno graziati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# diabete# DNA# influenza# ricerca# ricercatori# Università