le notizie che fanno testo, dal 2010

Donazioni di sangue: il sangue omosessuale è diverso dal sangue etero

Non è la prima volta che succede ma il fatto che succeda sempre più spesso incomincia a preoccupare non solo la comunità gay. Alcuni ospedali, tra cui si aggiunge tristemente anche il nosocomio lombardo Gaetano Pini di Milano, non accettano "sangue gay".

Come si apprende dal quotidiano "la Repubblica" Gabriele, un donatore di sangue da ben 8 anni ha denunciato il fatto accaduto al "Gaetano Pini" su Facebook, essendo "arrabbiato, deluso e triste". A Gabriele infatti è stato impedito di donare il sangue in quanto omosessuale.
Elena Biffi Responsabile del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del "Pini", si apprende da "la Repubblica", ha confermato ad un utente che chiedeva spiegazioni: "Dopo l'integrazione del nostro Servizio Trasfusionale con il Centro Trasfusionale della Fondazione Policlinico, avvenuta lo scorso aprile, abbiamo adottato i medesimi criteri di selezione dei donatori, che attualmente non ammettono alla donazione persone di sesso maschile che abbiano avuto rapporti sessuali con persone di sesso maschile".
Sconcerto dalla comunità omosessuale italiana. Sul caso ha immediatamente polemizzato Paola Concia del Partito Radicale e Livia Turco del PD che hanno promesso un'interrogazione al ministro della Salute. E' ovvio dire che non esiste nessuna prova scientifica che il sangue "gay" sia diverso dal sangue "etero".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: