le notizie che fanno testo, dal 2010

Cecenia: scoperto campo di concentramento dove gay vengono torturati

Continuano le testimonianze di persone che sostengono che in Cecenia ormai i gay vengono quotidianamente perseguitati. Il sito indipendete russo Novaya Gazeta denuncia di aver scoperto nella città di Argun un vero e proprio campo di concentramento, dove vengono torturate le persone omosessuli.

Da febbraio le autorità cecene avrebbero lanciato una campagna contro gli omosessuali o sospetti tali. Stando ad alcuni media indipendenti russi, tre persone sarebbero già morte mentre sarebbero più di una decina gli arresti, tra i quali anche alcuni volti noti della televisione locale e figure religiose di spicco. Lo Stato nega però la persecuzione, perché, sosterrebbero, non esistono persone gay in Cecenia.

A denunciare la persecuzione contro i gay è in particolare il sito Novaya Gazeta, che ha anche creato una email di aiuto con la Rete Lgbt Russa. Il giornale spiega di aver raccolto anche la testimonianza di 3 persone residenti in Cecenia che denunciano di essere stati torturati in un campo di concentramento. Queste persone non avrebbero mai avuto alcun contatto tra loro.

"Mi hanno portato in un posto che sembra abbandonato ma invece è una prigione segreta su cui non ci sono informazioni ufficiali. Nella stanza accanto a noi c'erano prigionieri sospettati di aver combattuto in Siria ed i loro parenti, probabilmente sono lì da anni. - riferisce uno dei sopravvissuti a Novaya Gazeta - C'erano solo tre modi per uscire da lì: pagare una somma enorme di denaro, dare i contatti di altri (gay, ndr), o essere dati in mano a dei parenti perché fossero loro a finire il lavoro".

Il giornale denuncia che esisterebbe una prigione segreta nella città di Argun, costituita da diversi edifici ufficialmente vuoti. Nel passato, in quella sede c'era il dipartimento di polizia di Argun. Secondo Novaya Gazeta, in questo luogo sarebbero stati illegalmente detenuti, picchiati e torturati con scosse elettriche diverse persone, e non tutti ne sarebbero usciti vivi. Il giornale afferma che ci sono almeno 3 vittime accertate, e si sta indagando su una quarta.

Se quanto denunciato da Novaya Gazeta corrisponde a verità, quello in Cecenia sarebbe il primo campo di concentramento per omosessuali in Europa dalla caduta di Adolf Hitler.

Secondo l'Ilga, la più grande associazione Lgbt europea, il capo della repubblica cecena Ramzan Kadyrov, 40 anni, avrebbe negato ogni accusa sostenendo: "Non si possono detenere e perseguire persone che semplicemente non esistono nella Repubblica Cecena. Se ci fosse gente simile in Cecenia, le forze dell'ordine non avrebbero bisogno di avere a che fare con loro, perché i loro parenti li manderebbero in un luogo da cui non c'è più ritorno".

© riproduzione riservata | online: | update: 11/04/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Cecenia: scoperto campo di concentramento dove gay vengono torturati
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI