le notizie che fanno testo, dal 2010

Gasdotto Tap: via libera dal governo. Vendola: è contro territori Puglia

Il governo ha dato il via libera alla realizzazione del gasdotto Tap nonostante la posizione sfavorevole della Regione Puglia. Il gasdotto Tap trasporterà infatti, dal 2020, il gas dall'Azerbaijan fino a a San Foca, a Melendugno, passando per Turchia, Grecia ed Albania. Nichi Vendola commenta: "Questo è un progetto fatto sulla testa dei territori".

"Il governo ha approvato il progetto del gasdotto Tap nonostante la posizione sfavorevole della Regione Puglia nei confronti dell'approdo a San Foca, a Melendugno" annuncia su Facebook Nichi Vendola. Il Consiglio dei Ministri, infatti "ha sostanzialmente preso la decisione di autorizzare il progetto superando il dissenso della Regione Puglia, confermato oggi" annuncia in conferenza stampa Federica Guidi, aggiungendo: "A questo punto il Ministero dello Sviluppo economico potrà procedere con l'iter del progetto". Il gasdotto Tap porterà in Europa, via Turchia, Grecia ed Albania, il gas dall'Azerbaijan a partire dal 2020. Al consorzio Tap partecipano BP (20%), Socar (20%), Statoil (20%), Fluxys (19%), Enagás (16%), e Axpo (5%). Per il ministro Federica Guidi il gasdotto Tap, dal costo di 40 miliardi per una capacità di gas trasportata di 10 miliardi di metri cubi annui raddoppiabili, è infatti "un'opera strategica per la politica di sicurezza e approvvigionamento energetico per l'Italia e per la UE". Il governatore Nichi Vendola precisa però che anche per la Puglia "le grandi opere si possono realizzare a patto - però - che ci sia la validazione democratica, ambientale e tecnico scientifica". Vendola ricorda quindi che "invece questo è un progetto fatto sulla testa dei territori, un progetto che va avanti nonostante il rifiuto dei territori e nonostante il tentativo della Regione di favorire il coinvolgimento, da parte del governo, delle autonomie locali. - concludendo - Mi sembra che rappresenti davvero una punizione enorme per una Regione che ha dato, e continua a dare, un importante contributo alla produzione, alla distribuzione e al trasporto dell'energia all'intero Paese".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: