le notizie che fanno testo, dal 2010

Foggia: esplosione in palazzina. La sera prima il controllo dei tecnici del gas

Una esplosione, forse causata da una fuga di gas, ha distrutto questa notte, intorno alle ore 4:00, i piani bassi di una palazzina in via Edmondo De Amicis, nel centro storico di Foggia. Quattro i feriti, tra cui un bimbo di 4 anni, e due le vittime, i genitori del piccolo rimasto orfano. La sera prima dell'esplosione i tecnici dell'Amgas avrebbero rassicurato i condomini che non c'era nessuna fuga di gas.

Una esplosione, forse causata da una fuga di gas, ha distrutto questa notte, intorno alle ore 4:00, i piani bassi di una palazzina in via Edmondo De Amicis, nel centro storico di Foggia. A causa della deflagrazione sono rimasti uccise due persone, mentre altre quattro sono rimaste ferite. Tra queste, anche un bambino di quattro anni che ha riportato una serie di fratture. Le vittime, invece, sono Giuseppina Fiore, 29 anni, e suo marito Luigi Veneziano, 37, i genitori del piccolo rimasto ferito. Ferita anche una coppia di coniugi che abita al primo piano dell'edificio. Un uomo di 85 anni avrebbe riportato invece gravi ustioni, ma non sarebbe in pericolo di vita. Proprio dall'abitazione dell'anziano, stando alle prime ricostruzioni, si sarebbe verificata l'esplosione, che ha poi investito anche l'altra abitazione al piano terra, dove vivevano i coniugi rimasti uccisi. Danneggiato invece l'appartamento al primo piano, con il pavimento della casa crollato al pino inferiore, dove viveva la coppia rimasta ferita. Alcuni abitanti della palazzina, evacuati dai vigili del fuoco, raccontano che il giorno precedente l'esplosione, intorno alle ore 19:30, in via De Amicis erano giunti i tecnici del gas perché alcuni condomini avevano avvertito un forte odore di gas, e quindi avevano dato l'allarme. Sembra però che i tecnici dell'Amgas, dopo aver effettuato alcuni controlli, abbiano rassicurato gli abitanti della palazzina spiegando che non c'era aluna fuga di gas e quindi alcun pericolo. Un'altra testimone ricorda invece come le vittime si fossero trasferite in via Edmondo De Amicis da poco, circa un mese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# gas# genitori